Cerca

L'azzurro

Balo, follia e potenza: così ha battuto la Germania (ora non molli)

Super Mario è un mix atomico di energia e sregolatezza: se riesce a mantenere l'equilibrio può dominare il calcio

Mario Balotelli

Nel giorno del doppio trionfo, della doppietta di Mario e dei Mario, è il momento delle analisi. Il premier Monti ha avuto ragione sulla Merkel utilizzando la proverbiale strategia del bastone e della carota: prima tanta carota (e la testa piegata), poi il bastone, usato nel momento buono. Ma queste sono le righe dedicate a Balotelli, alla sua di ricetta. Quale il segreto di Super Mario? Nessuno. O meglio, i suoi sono segreti di Pulcinella: potenza e follia. Potenza perché è un panzer con i piedi di una ballerina indolente: dopo il lancio di Montolivo ciondola fino al limite dell'area di rigore, e quando tutti si aspettano che sbagli proprio come sbagliò nel match d'esordio con la Spagna, tira una cannella che a stento si poteva seguire con gli occhi. Gol. Una nazione festeggia il bad-boy che a momenti sfonda la porta. Potenza perché lo stacco di testa con cui ha segnato l'1-0 è imperioso, dominante. Follia, invece, perché è Mario. Follia perché un ragazzo poco più che 20enne trova il "coraggio" di non esultare a doppietta compiuta contro la Germania. O meglio, esulta ma lo fa a modo suo, in maniera pazza: via la maglietta e sguardo fisso nel vuoto. Una statua. Una folle statua che si becca un cartellino giallo (ma chissenefrega...). Con potenza e follia, Super Mario è arrivato fino a qui: un percorso tortuoso, spesso in salita e rallentato dai suoi colpi di testa. Già, rallentanto da quella follia che è anche il sale della sua eccezionalità. Contro i tedeschi, probabilmente, è nata una stella. Il campione che tutti attendevamo è sbocciato. Ora Mario continui a sfruttare la sua potenza e coccoli la sua follia. Senza però che la sregolatezza abbia la meglio. Se ce la farà, può dominare il calcio dei prossimi dieci anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    02 Luglio 2012 - 13:01

    ai sostenitori del multiculturalismo, quelli che hanno esaltato la vittoria di una SQUADRA alle semifinali come una vittoria delle mescolanze etniche, di balotelli, di obama, della società multietnica e balle simili...PPPPPRRRR Dov'è ora supermario del menga?

    Report

    Rispondi

  • bellanto

    29 Giugno 2012 - 13:01

    balotelli è nero che piu' nero non si puo'( e cio' non gli impedisce d'essere grande) cassano è meridionale BARESE ( e non gli impedisce d'essere grande), come la mettiamo????????Ho sentito quella via di mezzo fra un maiale e un porcoscpino che inneggiava alla scarsa pulizia dei napoletani, alla Zanzara , dire che non parteggiava per l'ITALIA, ma per chi vinceva ...ora l'imbecille per chi parteggera'??????

    Report

    Rispondi

blog