Cerca

Londra 2012

Pellegrini, subito il riscatto. Vola nei 200 sl: è finale

Federica Pellegrini

In vasca a Londra dopo la semifinale dei 200 stile libero

 

Cade e si rialza. Nel giro di poche ore. Federica Pellegrini torna a ruggire: con il tempo di 1'57''16 ha vinto la batteriia nei 200 stile libero ai giochi olimpici di Londra 2012. L'azzurra era quinta dopo i primi 50 metri, sembrava destinata a una nuova delusione, ma è risalita al terzo posto ai 100 metri, per poi mettere il turbo e balzare in testa ai 150 metri e chiudere prima. Il buon risultato è arrivato nemmeno 24 ore dopo la delusione nei 400 stile libero, dove dopo aver conquistato a fatica la finalissima aveva chiuso al settimo posto.

"Ci metto qualcosa in più" - Dopo i 400 metri, a caldo, una Federica visibilmente affranta aveva rivelato di volersi prendere un anno sabbatico: "Forse mi fermo, e chissà se vorrò rimettermi a nuotare". Oggi, lunedì 30 luglio, dopo i 200 metri sembrava aver ritrovato fiducia: "Riesco a metterci quel qualcosa in più nei 200 metri - ha spiegato ai microfoni di Sky-. Per adesso ragioniamo una eliminazione alla volta, poi pensiamo alle semifinali. Il quinto posto nei 400? Ho capito che più di così non potevo fare, ho dato il massimo, dispiace ma va bene così".

"Ritiro? Non so" - Quindi ritorna sul possibile ritiro "a tempo": "Non è che mi fermo completamente, ho bisogno di ricaricare le pile, farò i campionati italiani, a livello internazionale cercherò di qualificarmi solo con le staffette. Dopo 10 anni sempre sul podio non è facile continuare senza mai staccare, avrei dovuto farlo anche dopo gli europei di Budapest. Il prossimo anno ho bisogno di prenderla un più soft".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Siberia

    30 Luglio 2012 - 22:10

    In questo paese in un istante, e troppo spesso, si passa dagli altari alla polvere. Ci vuole più rispetto per le persone, per il loro lavoro e comprendere che in una competizione non si può essere sempre al top, anche gli altri hanno lavorato e sofferto. Per vincere sempre bisognerebbe gareggiare da soli, ma allora chi è il più bravo?

    Report

    Rispondi

  • ulisse di bartolomei

    30 Luglio 2012 - 19:07

    un atleta non può rendere sempre al meglio, se lo sport ha soltanto una parte nella propria esistenza, come giusto che sia. Hai vinto tanto nello sport, vogliamo vederti vittoriosa nella tua vita intera. Se ci sarà ancora del buon tempo di sport ancora meglio, ma che tu sia felice e affronti serenamente il rischio di un eventuale periodo sabatico, nella consapevolezza che possa definitivamente archiviare l'agonismo vittorioso.

    Report

    Rispondi

blog