Cerca

Lega, Belsito spiava Maroni. Bobo: "Dossier gravissimo"

L'ex tesoriere ingaggiò a spese del Carroccio un detective per screditare l'ex ministro. Maroni: "Cacciare i responsabili"

Lega, Belsito spiava Maroni. Bobo: "Dossier gravissimo"

Che i rapporti tra il cerchio magico e Maroni non fossero idilliaci, si sapeva. Ma l'esclusiva del settimanale Panorama in edicola questa settimana aggiunge un tassello importantissimo: nella Lega Nord c'era chi da mesi stava lavorando a un velenoso dossier per tentare di screditare Roberto Maroni. Il settimanale racconta che nei mesi scorsi l'ex tesoriere del Carroccio Francesco Belsito (che ha riconsegnato ai pm diamanti e lingotti d'oro sottratti alla Lega) abbia incaricato in detective privato genovese di indagare sulla vita e gli affari dell'ex ministro dell'Interno. “Non appena ho capito chi fossero i miei nemici (dentro alla Lega Nord ndr), ho deciso di fare un po' di ricerche su quelli che sostengono di essere 'trasparenti', 'puliti' e 'corretti'. Presto ognuno dovrà assumersi le prorpie responsabilità” ha dichiarato Belsito a Panorama.

La replica di Bobo - E' stato ingaggiato lo stesso investigatore che aveva già lavorato per scoprire chi fossero gli autori di una biografia denigratoria. L’investigatore, incontrato dal settimanale, aveva già lavorato per Belsito  per scoprire chi fossero gli autori di una biografia denigratoria su Internet dell’ex tesoriere. Per questo lavoro è stato pagato con soldi del partito. Parte del dossier su Maroni, a quanto risulta a Panorama, sarebbe adesso nelle mani degli inquirenti che lo avrebbero trovato nella casa genovese di Belsito. Maroni, in una lunga intervista a Panorama, ha commentato: "Pretendo di sapere se davvero qualcuno all’interno della Lega mi ha spiato. e, accertate le responsabilità, i colpevoli dovranno essere cacciati. A tutti i livelli". In serata, da Montecitorio, Maroni ha poi aggiunto: "Il dossier non è presunto. Esiste ed è un fatto gravissimo, spiavano un ministro degli Interni. Il contenuto, però, è ridicolo. E soprattutto è stato pagato dai soldi dei militanti leghisti".

 


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paolotod

    19 Aprile 2012 - 09:09

    E' evidente che tutto partiva dall'alto (Bossi) svegliati Maroni con tutto il popolo padano (se esiste) se vuoi fare davvero pulizia devi veramente incominciare dalla cima piu' alta altrimenti sara' tutto come prima

    Report

    Rispondi

  • ticchitacchi

    18 Aprile 2012 - 20:08

    I fanatici ciechi della Lega ora usano Belsito e il Trota come capri espiatori del marcio della Lega, come se togliendo questi due la Lega finalmente diventi pulita e immacolata. Chi pensa questo è proprio un idiota! E secondo ve chi è che avrà detto a Belsito di spiare Maroni? E di comprare i diamanti, i lingotti, le case ecc ecc? Lì tutti sapevano a partire da quel cerebroleso di Bossi che, anche se non è mai stato una cima, a inculare la gente ci riesce (o almeno ci prova) eccome! La Lega è morta, finita, Kaputt e così il PDL (per non parlare del PD), vi volete svegliare?

    Report

    Rispondi

  • valerio5

    18 Aprile 2012 - 19:07

    ma come non è un COMPLOTTO??????? mo chiedo la pulizia nella lega dov'è? Bossi è senatur, mauro e senatrice, boni è consigliere, si sono dimessi da dove??? e noi continuiamo a pagarli a peso d'oro. ma fatemi il piacere

    Report

    Rispondi

  • passerapelonero

    18 Aprile 2012 - 18:06

    Sapere di essere spiati,ci deve essere rimasto male Maroni,io se fossi stato in lui ,avrei sciolto la lega.....come si permette questo farabutto-delinquente Belsito di fare certe cose illegali?Ma dove cercano i tesorieri,nelle patrie galere?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog