Cerca

Scandalo derivati

C'è chi si è arricchito
sul fallimento di Mps

C'è chi si è arricchito 
sul fallimento di Mps

Dietro il disastro del Monte Paschi di Siena c'è chi si è arricchito. C'è quindi chi, grazie ai disastri del Banco, ci ha "mangiato". Nel 2008, infatti, la Banca di Siena per sostenere l'acquisto di Antoneventa (che da molti viene indicato come l'origine di tutti i mali) ha emesso uno strumento finanziario, il fresh: un miliardo di euro che servivano a rafforzare il patrimonio dell'Istituto di credito. Ma, come spiega il Corriere in edicola oggi, venerdì 25 gennaio, chi aveva sottoscritto questi titoli aveva diritto a un interesse molto alto pari al dieci per cento. Per ripagare questo debito, ogni anno, la banca doveva trovare nei suoi bilanci circa 100 milioni di euro. Un tasso altissimo perché la verità è che quando il mercato intuisce che ci sono delle difficoltà ne approfitta. Si guadagna sui più deboli. Insomma in questa situazione, nonostante il disastro finanziariio del Monte Paschi c'era chi doveva assolutamente guadagnare. 

Sul'emissione del titolo indagano I pm di Siena Antonino Nastasi, Giuseppe Grosso, Aldo Natalini e il procuratore Tito Salerno con la Guardia di Finanza, che indagano sull'inchiesta Angonveneta, hanno acceso il faro anche su quest'emissione già finita sotto il faro della Banca d'Italia che chiede si modificare il regolamento del bond in modo più stringente. Una decisione che provocò la reazione dei sottoscrittori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • violacea

    25 Gennaio 2013 - 22:10

    non ditemi che hanno voluto copiare il grande vecchio, di mediobanca, cuccia?? ma quello sapeva chi era, cosa faceva e dove andava!!! questi invece lo hanno copiato ma al contrario!!! e voi vi fareste governare da questi malfattori incapaci????

    Report

    Rispondi

  • 654321

    25 Gennaio 2013 - 19:07

    ...votatevi in massa! Vendetevi ancora il culetto ai vostri salvatori del popolo. Alla fame ma dementi, questo volete? Sembra di si ! Vi iniettano l'odio nella vostra fragile mente, vi imbrancano, vi fanno belare, vi foraggiano di menzogne superbamente studiate per la vostra indole di inferiori, vi insinuano nella mente menzogne. E voi scarto dell'umanita' deboli psicolabili esseri eleggete i vostri aguzzini. Miserabili , siete e sarete la rovina di voi stessi e delle vostre generazioni, e di tutti quelli che hanno una mente per pensare. Quelli che postano in Libero, sono o hanno ricevuto favori dal potere che voi povere menti gli avete concesso. Nessun compagno operaio scrive su Libero, solo gli sciacalli favoriti e assetati di potere. I loro postati ,il loro odio, le loro menzogne, sono solo il frutto di un miserabile intento, quello di garantirsi la massa di non pensanti , solo ed esclusivamente per garantirsi la loro losca esistenza. Compagni, morirete nell'infamia e illusone

    Report

    Rispondi

  • kIOWA

    25 Gennaio 2013 - 17:05

    anche i soldi che Berlusconi elargiva a piene mani alle sue amiche,pare provenissero dai suoi conti presso il MPS.Ma i sinistrati non erano schifati dalla ricchezza del Cavaliere?Oppurre come dicevano gli antichi Romani:"pecunia non olet".

    Report

    Rispondi

  • colombinitullo

    25 Gennaio 2013 - 17:05

    E' da qualche tempo che la tengo sotto controllo e,per la verità,dai suoi scritti ne deduco che deve avere qualche problema.Non deve preoccuparsi più di tanto in quanto a questo mondo c'è posto per gente anche peggiore di lei ma,proprio per questo,le darò alcuni consigli non richiesti:a)per un secondo lasci stare il "nano"(quanto è alto lei,potrebbe mandare una sua foto?), b)per via di delinquenti abituali(di quelli veri però,di quelli che sparano a tradimento e si nascondono sempre)lei ne dovrebbe avere,stando alle sue idee politiche, una casistica sterminata c)stiamo parlando di una situazione che lei,forte della sua limitazione mentale, non si immagina nemmeno d)presumibilmente,alla fine dei conti,salterà fuori un buco che sarà di gran lunga superiore a quello della Parmalat. Concludendo:pensi meno al"delinquente abituale"che di chiodi al momento non ne ha ancora piantati,pensi invece con terrore a quello che ci attende,sia meno spocchioso, più sereno e,se può,più intelligente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog