Cerca

I misteri di Siena

Mps, la Fondazione finanziava Cl, l'Africa e qualche politico

Mps, la Fondazione finanziava Cl, l'Africa e qualche politico

Da una parte, c'era il Monte dei Paschi di Siena che garantiva "sconti" a mutui e conti correnti per Pd, Cgil e Arci. Dall'altra, e lo rivela il documento deliberato da Rocca Salimbeni nel novembre 2010 e pubblicato da Linkiesta.it, c'era la Fondazione Mps che elargiva finanziamenti a pioggia alle più svariate associazioni ed enti. A volte, anche curiosi o impensabili. Per esempio, sfogliando le 48 pagine delle carte, si notano 10mila euro all'Accademia di studi storici Aldo Moro di Roma, 30mila alla Audax Randonneur di Parabiago, in provincia di Milano, altri 10mila all'associazione Amici del Guatemala di Siena (e vabbè), 20mila per costruire la Baobab University college in Ghana, 20mila per mostre e fiere al Meeting di Comunione e liberazione a Rimini.
 




La mano dei politici
- E della generosità di Mps hanno usufruito anche alcuni politici, presenti o futuri: Gregorio Gritti, genero del banchiere Giovanni Bazoli (Intesa Sanpaolo) e oggi candidato di Mario Monti alle prossime elezioni, ha ricevuto 30mila euro per la sua Fondazione Etica di Brescia. Franco Frattini, per la sua Fondazione Alcide De Gasperi, ha avuto 10mila euro. Semplici esempi, giusto per far capire come - logico per una grande banca - i rapporti politico/diplomatici siano assai importanti, specialmente se a decidere quei finanziamenti sono gli stessi politici o "nominati da", in maggioranza nel consiglio della Fondazione. In totale, all'11 novembre 2010, erano 779 i progetti finanziati dal Monte dei Paschi per un totale di 69,7 milioni erogati a partire dal 2011. Tra 1995 e 2011, nota ancora Linkiesta.it, la Fondazione Mps ha concesso finanziamenti per 2,1 miliardi, 1,4 in provincia di Siena, e perso 4 miliardi di patrimonio netto. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • voiturderi

    29 Gennaio 2013 - 21:09

    Giuseppe Mussari Presidente in quota PD) Francesco Gaetano Caltagirone Vice Presidente (suocero di Casini,11° tra gli uomini più ricchi d’italia)Ernesto Rabizzi Vice Presidente(legato a Gabriello mancini ex dc ex margherita ora pd)Fabio Borghi Consigliere (ds ex segretario CGIL)Turiddo Campaini Consigliere (unicoop)Massimiliano Capece Minutolo Consigliere(incarichi in CDA della galassia Caltagirone)Graziano Costantini Consigliere(DG catena Simply)Frederic Marie De Courtois Consigliere (gruppo AXA)Lorenzo Gorgoni Consigliere ex banca di Salento(cugino,amico,Raffaele Fitto in quota PDL) Alfredo Monaci Consigliere(lista Monti)Andrea Pisaneschi Consigliere (in quota PDL)Carlo Querci Consigliere(area PDL)Tommaso Di Tanno Presidente( sembra n quota PD (vedi il Foglio)Marco Turchi Sindaco Effttivo(area PD?) Paola Serpi Sindaco Effettivo ( lista (sdi) Antonio Vigni Direttore Generale (legato alla cordata di Gabriello Mancini il quale il deux machina dlla fondazione)

    Report

    Rispondi

  • encol

    29 Gennaio 2013 - 19:07

    tipo la squadra di basket non penseranno che adesso sia lo stato ovvero i contribuenti italiani a mantenerli. Si facciano mantenere dalla Bindi, la quale sempre molto prolissa da qualche tempo sta zitta. Come mai? Sarà una delle beneficiate ora in disgrazia? E' molto probabile. Naturalmente il Bersanov non ne sa nulla: Ohibò, e che diamine non si può conoscere tutto.

    Report

    Rispondi

  • allecarlo

    29 Gennaio 2013 - 18:06

    La pila dell'acqua santa dei sinistrati ed ex DC (...caro Casini). Tutti ci hanno messo la mano e adesso tutti la nascondono. Ma chi vuol sbranare quel poverino di Bersanov. L'unica cosa che può sbranarsi sono i coglioni.

    Report

    Rispondi

blog