Cerca

A perfect night

A Chicago la notte perfetta di Obama: vincono anche i Bulls

Entusiasmo nelle strade della città per la riconferma del presidente: e si impone anche la "sua" squadra di basket

A Chicago la notte perfetta di Obama: vincono anche i Bulls

A completare la notte perfetta per Barack Obama, rieletto presidente degli Stati Uniti, è arrivata anche la vittoria dei Chicago Bulls, la squadra di basket per cui fa il tifo. Nello United Center, a pochi chilometri dal quartier generale del presidente, i Bulls hanno superato 99-93 i Magic di Orlando trascinati dal sudanese Luol Deng, autore di 23 punti. Il presidente, un appassionato di pallacanestro, aveva anche rispettato la scaramanzia di giocare a basket con gli amici in attesa di conoscere il risultato delle elezioni. Obama ha vinto la partitella, anche perchè nella sua squadra aveva arruolato una leggenda dei Bulls e della Nba, Scottie Pippen.

Entusiasmo in strada - Festa anche per le strade di Chicago, dove Obama conta migliaia di elettori, molti dei quali radunati al McCormick Palace. La tensione dei sostenitori si è sciolta man mano che arrivavano i dati, e la Pennsylvania, il Wisconsin, il New Hampshire finivano nella lista 'blu' di Obama. Sul posto, anche il sindaco di Chicago, l’ex braccio destro di Obama, Rahm Emanuel: "Tutti parlano della coalizione (che ha rieletto il presidente), una coalizione pesante nel senso delle minoranze e delle donne", ha fatto notare. "Ma l’Iowa, pesantemente bianco, pesantemente anziano, sembra essere andato ugualmente a Obama. Penso che si dovrebbe guardare alla realtà delle cose...". 

Sui social network - In parallelo la festa democratica (nonchè lo sfottò) viaggiava sui social network. Il risultato finale delle presidenziali Usa naturalmente domina i messaggi su Twitter, dove non manca l’ironia nei confronti del candidato repubblicano sconfitto. C'è chi - ricordando l’apparizione dell’attore e regista alla convention repubblicana - sottolinea che "ora, da qualche parte, c'è una sedia vuota che se la ride di Clint Eastowwod" mentre per un altro  utente cinguetta che "Beyoncè, Longoria e Perry hanno vinto le elezioni", in riferimento all’esplicito appoggio delle due cantanti e dell’attrice di 'Desperate Housewives'. Si richiama alle squadre di basket Nba il messaggio Chicago Bulls 290 - 201 Boston Celtics (dove il riferimento è ai voti elettorali già assegnati), mentre un altro utente da un "consiglio a Romney per il suo discorso: dà la colpa a Donald Trump", ricordando i duri toni anti-Obama del miliardario re dell’immobiliare a stelle e strisce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog