Cerca

Suicidi di Stato

Altri due suicidi di Stato
Senza lavoro si uccide a Prato
Imprenditore si spara a Pompei

Un 63enne si è ucciso con un colpo di pistola davanti al santuario mariano di Pompei: lascia due lettere in cui accusa Equitalia

Un cinquantacinquenne disoccupato rimasto senza la pensione del padre si è impiccato nei boschi di Vaiano

Prato - Non aveva un lavoro stabile e aveva problemi economici. Così un uomo di 55 anni ha deciso di farla finita impiccandosi ad un albero nei boschi di Vaiano, in provincia di Prato. Il cadavere è stato trovato questa mattina. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i soccorritori del 118. L'uomo viveva solo della pensione del padre e quando l'anziano genitore è morto lui, che aveva già problemi di depressione, ha deciso di farla finita.

Pompei -  Un imprenditore edile del napoletano si è sparato un colpo alla tempia per problemi economici. E ha scelto come luogo del suicidio il parcheggio del santuario della Madonna di Pompei. Arcangelo Arpino, 63 anni, residente a Vico Equense, titolare di una piccola impresa edile, ha lasciato, per spiegare il suo gesto estremo, due lettere, di cui una di scuse ai familiari e un’altra in cui racconta le pesanti conseguenze della crisi economica in atto e in particolare le difficoltà legate ad alcune cartelle notificategli da Equitalia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    06 Giugno 2012 - 09:09

    i suicidi sono tre.Se ne è accoppato un altro a Treviso.

    Report

    Rispondi

  • roda41

    12 Maggio 2012 - 23:11

    dei disperati si sentono spronati a farlo.

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    11 Maggio 2012 - 11:11

    ...Con la minaccia costante delle elezioni anticipate. Chi meglio di coloro che fanno politica, dovrebbero avere l'obbligo di dare "l'esempio" alla cittadinanza...invece, la sordità di costoro è tanto più irritante, sapendo di star affossando il Paese. Neppure "mazzolati", questi politici accennano a voler raddrizzare la barca...altro che "forconi", questi non percepiscono neppure la cronaca dei suicidi che li dovrebbe portare all'emulazione, rinfacciandosi soltanto le accuse...e, non si vede ombra di aggiustamenti. Alla luce di questi crescenti suicidi...i bunga-bunga di Berlusconi assumono un significato ancor più sinistro e accusatorio (altro che imporre il ritiro delle parole di Monti). (segue) Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    11 Maggio 2012 - 11:11

    Sulla mala-parata,allora, si intona l'inno di Mameli e tutto viene "santificato"...nel dimenticatoio. Sui costi della politica...neppure a parlarne, dimostrando completa assenza psicologica... l'immobilismo è sconcertante. Nelle assemblee nazionali e regionali inquadrature TV che mandano in onda gente che scherza e sorride (come i musicanti del Titanic). La gravità della mancanza di EQUITA', non è percepita come sarebbe logico aspettarsi... tanto che alle urne si è recata più gente di quella preventivata (fatte salve le liste civiche). Ma la prossima "architettura delle Istituzioni" italiane chi sarà ad organizzarla? Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog