Cerca

Matrimonio peri i preti?

Chiesa, il capo della Chiesa Cattolica scozzese: "Gesù non ha mai parlato di celibato"

Il Cardinale Keith O'Brian a favore del matrimonio per i preti: "Ma non ho mai avuto la tentazione di sposarmi"

Chiesa, il capo della Chiesa Cattolica scozzese: "Gesù non ha mai parlato di celibato"

 

Il Conclave che eleggerà il nuovo Papa è ormai alle porte e la fazione 'progressista' della Chiesa Cattolica fa la sua 'campagna'. Mai come in questa fase, secondo la corrente più "a sinistra" che percorre il Vaticano, c'è urgenza di un rinnovamento e mai come ora le possibilità che si realizzi sono state così concrete. Nel mirino, ora, ci finiscono i matrimoni, il tema del celibato che viene imposto ai preti, da molte gole più o meno profonde correlato agli scandali di pedofilia in cui si sono trovati coinvolti molti uomini di Chiesa negli ultimi anni. Ed è così che a pochi giorni dal conclave, a cinque giorni dall'inizio della sede vacante per il "passo indietro" di Ratzinger, a prendere posizione contro il divieto di matrimonio per i sacerdoti è il cardinale Keith O'Brien, capo della Chiesa Cattolica in Scozia.

"Mai avuto la tentazione" - Il cardinale spiega in un'intervista al New York times:"Gesù non ha mai parlato di celibato del clero e non ha mai vietato il matrimonio ai sacerdoti. Sono in tanti ad avere avuto serie difficoltà con questa condizione”, riferendosi con buona probabilità ai recenti scandali di pedofilia. Il prelato ha comunque dichiarato di non aver mai avvertito il bisogno di sposarsi, precisando però: “Certo sarei stato più contento se avessi visto altri uomini di chiesa valutare serenamente la possibilità di un loro matrimonio”. Il cardinale anglicano prenderà parte al Conclave che eleggerà il successore di Pietro sul soglio pontificio, su cui O'Brien vedrebbe bene un Papa non europeo. Il capo della Chiesa Cattolica scozzese ha sottolineato come la cosa importante sia "che si tratti di un uomo giusto. Sono aperto a qualsiasi proposta, ma dev'essere un Papa giusto"

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mbotawy'

    04 Marzo 2013 - 20:08

    Gesu' e gli umili apostoli erano nati ebrei e come tali circoncisi e sposati. Ora si tratta di ritornare alle origini,per terminare con la immoralita',perversione, pompa e sfarzo, durata due millenni.Ora la sopravvivenza della Chiesa Cristiana dipendera' dalla riunione delle varie Denominazioni Cristiane,e da chi sara' Papa,il deus es maquina.

    Report

    Rispondi

  • mbotawy'

    27 Febbraio 2013 - 02:02

    Ipocrisia e menzogne sono una eredita' dei secoli passati che devono essere eliminate.Il Nazzareno e i sui Apostoli erano ebrei come tutti i Palestinesi di quel tempo. Circoncisi e sposati,come ieri e come oggi dove non esiste ebreo che non sia circonciso e sposato.La introduzione del celibato nel clero,come si sa',fu'introdotta da un Papa,quando, come oggi,il clero non si comporto' moralmente in forma esemplare. Il ritorno al tempo del Cristo e' auspicabile perche' significa la riunione di tutte le Chiese Cristiane.

    Report

    Rispondi

  • illupobora2

    24 Febbraio 2013 - 16:04

    Apostoli:Pietro era sposato e, almeno negli ultimi anni, sembra che la moglie lo accompagnasse nelle sue missioni (per lo meno in alcune), come facevano le mogli di altri apostoli. (1Co 9:5) Sua suocera viveva con lui, e nella stessa casa viveva anche il fratello Andrea. — Mr 1:29-31. Vescovo :1 Timoteo capitolo 3

    Report

    Rispondi

  • AG485151

    24 Febbraio 2013 - 15:03

    Che ci dovevano essere i cattolici,gli ortodossi,i protestanti,gli anglicani,i valdesi,gli avventisti,quelli degli ultimi giorni,gli evangelici,i copti,i battisti,i maroniti,ecc. con tutti questi papi e tutte queste chiese-stato dove si passa il tempo a gestire il potere economico e a consumare ricchezze spropositate nel lusso più sfrenato creando odi e divisioni invece di promuovere la fratellanza tra i popoli.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog