Cerca

Il prete rosso

Don Gallo: "Ho subito un tentativo di violenza"

La denuncia a La Zanzara del prete borderline: "Gli ho detto di andare a fare in c...". Poi aggiunge: "Un Papa omosessuale sarebbe fantastico"

15
Don Gallo

Don Gallo

Don Andrea Gallo, si sa, è un prete a dir poco borderline. Se sono note le sue preferenze politiche, spiccatamente di sinistra - tanto che è solito concludere messa cantando Bella Ciao - e la sua avversità alle gerarchie ecclisiastiche, verso le quali ha spesso  espresso critiche molto aspre, un po' meno noto è il suo passato da giovane prete di periferia. Fino a qualche ora fa. Durante la trasmissione radiofonica La Zanzara, in onda su Radio24, ieri sera, martedì 5 marzo, Don Gallo ha lasciato senza parole centinaia di radioascoltatori. Con questa dichiarazione:"Ho avuto dei tentativi di violenze omosessuali, diciamo delle insidie, che ho respinto, sono sempre stato un ribelle. Ero un giovane prete, e fu un vescovo a farmi delle avances. L'ho mandato a fare in culo. Poi gli dissi : 'Eccellenza, se vuole andiamo a puttane tutti e due'. E' morto da tanti anni". 

Papa gay - Il prete libertino poi approfondisce, ovviamente a modo suo, i temi più delicati che la Chiesa si troverà ad affrontare dopo il Conclave. Pillola del giorno dopo, celibato e omosessualità nella Chiesa, il tutto mixato e intrecciato con l'elezione del nuovo Papa. Prima una provocazione: "Un Papa omosessuale sarebbe una cosa magnifica. Pensare che uno si affacci a Piazza San Pietro e lo dica sarebbe grande. C'è la parità dei figli di Dio, è l'essenza del Vangelo, siamo tutti figli e figlie di Dio". Poi un po' di populismo grillino: "Se diventassi Papa mando via tutti dal Vaticano, anche l'ultimo usciere, si va per le strade in cerca di cristiani". Un po' di rinnovamento: "Via quelli della Curia, e sacerdozio delle donne subito, non c'è inferiorità tra uomo e dona. Sì anche al matrimonio per i preti". 

Preservativo e pillola - Non poteva mancare, infine, l'affondo alla Chiesa: "Poi bisogna aprire al preservativo e alla pillola del giorno dopo. C'è uno spiraglio dei vescovi tedeschi che hanno autorizzato una donna violentata a prendere la pillola del giorno dopo. Di chi è il grembo materno? Alla donna, e la scelta della maternità vuole dire responsabilità paterna e materna. Io i preservativi li distribuirei anche nelle scuole cattoliche, c'è bisogno di educazione sessuale. Meglio che non lo faccia la Chiesa con la sua misoginia, e i suoi tabù". A qualcuno, l'idea un rinnovamento della Chiesa del genere, avrà già fatto rimpiangere il pontificato di Benedetto XVI.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • afadri

    10 Marzo 2013 - 09:09

    Un demente...che dire altro?

    Report

    Rispondi

  • afadri

    10 Marzo 2013 - 09:09

    Un demente...che dire altro?

    Report

    Rispondi

  • pinux3

    08 Marzo 2013 - 18:06

    Scusa ma a te chi lo dice che don Gallo "servendo l'uomo" non serva anche Cristo? Lo decidi tu per caso? Tu, senza un minimo di senso del ridicolo, parli di "anatemi"...Ti informo che il tempo della Santa Inquisizione è finito da un pezzo...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media