Cerca

Ex papabili

Lo sconfitto: chi è Scherer, il 'giustizialista' della Chiesa

Ha invocato "tolleranza zero" contro i preti pedofili, è in prima linea contro la povertà nelle periferie di San Paolo. E' seguito da 20 mila followers su twitter

13 Marzo 2013

0
Odilo Pedro Scherer

Fino a qualche giorno fa è stato uno dei più accreditati insieme ad Angelo Scola, ma le sue quotazioni erano in ribasso: infatti non è stato eletto. Lui è Odilo Pedro Scherer, Arcivescovo di San Paolo, Brasile, di cui conosce a fondo le periferie ma, soprattutto, la povertà e il degrado che le contraddistingue. Rappresenta, mutuando un termine in uso nel dibattito politico, l'ala 'giusitizialista' della Chiesa riguardo gli scandali sulla pedofilia: "La Chiesa non li copra, ognuno deve rispondere delle sue azioni", ha dichiarato, auspicando "tolleranza zero" nei confronti dei colpevoli. E' sostenuto dalla Curia romana e, dicono, la sua elezione potrebbe migliorare la comunicazione con il mondo e la governance interna. A questo proposito, qualche giorno fa si è espresso a favore della governance della Chiesa e della sua gestione finanziaria, esternazioni che, dicevamo, lo darebbero in calo tra le preferenze dei suoi omologhi. Attivissimo, anche lui, su twitter, è seguito da 20 mila followers.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media