Cerca

Effetto emulazione

Altre due persone la fanno finita
Trenta suicidi per crisi in 2012

Un agente immobiliare di Vicenza e un commerciante di Bologna si sono impiccati

Il Veneto delle Pmi è la regione più colpita dal fenomeno

Un suicida al parco pubblico e uno nel suo retrobottega. Nell'Italia della crisi e della disperazione si allunga la scia di sangue. Dopo i due morti di sabato e quello di domenica, altre due persone hanno deciso di togliersi la vita perché soffocate dalle tasse e dal lavoro che non c'è. E così un agente immobiliare di Vicenza, 52 anni, è stato trovato questa mattina impiccato in un parco pubblico vicino a una scuola elementare. Il corpo è stato notato da alcuni passanti che stavano portando i bambini alla scuola materna ed è subito scattato l’allarme. Secondo i primi accertamenti, sembra si tratti di un suicidio anche se non sono stati trovati messaggi o biglietti d’addio nelle vicinanze. L’uomo, a quanto sembra, aveva problemi economici che potrebbero averlo portato al gesto estremo. se l'ipotesi del "suicidio per crisi" venisse confermata, si tratterebbe del ventinovesimo gesto estremo dall'inizio dell'anno. 

Poche ore dopo, a Bologna, a decidere di farla finita è stato un commerciante.  Il co-titolare di un negozio di articoli casalinghi, un uomo di 48 anni, è stato trovato impiccato nel retrobottega del suo locale in via Duse nella periferia del capoluogo emiliano. Il commerciante aveva pendenze con Equitalia.  L’uomo ha lasciato un biglietto di scuse ai famigliari. Dei sui problemi economici aveva parlato con alcune persone prima di decidere di togliersi la vita. 

vicenza

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • enio rossi

    08 Maggio 2012 - 11:11

    Come è possibile che la Chiesa Cattolica, così ricca di interventi su tutto (clandestini,feste berlusconiane, ecc) taccia su una situazione di questo tipo? Speriamo dicano qualcosa i muezzin

    Report

    Rispondi

  • bersa56

    08 Maggio 2012 - 00:12

    Connazionali marciamo sù ROMA

    Report

    Rispondi

  • Libero Di Rino (LDR)

    07 Maggio 2012 - 22:10

    Il capo dei marziani ha affermato che in Grecia si sono suicidate soltanto mille persone ed in Italia vogliono concludere la missione annientando la maggioranza dei poveri lavoratori, disoccupati e pensionati.Non sono stato mai un violento,ma questi stronzi stanno esagerando! QUANDO CI SVEGLIAMO???? CERCHIAMO DI PENSARE AL FUTURO DEI NOSTRI GIOVANI CHE STANNO SENZA LAVORO E QUESTI SIGNORI S. STANNO FACENDO ESPERIMENTI DA TECNICI SULLA NOSTRA PELLE! PENSIAMO AL FUTURO DEI NOSTRI FIGLI E DEI NOSTRI NIPOTI!!!!RE GIORGIO CHE HA VOLUTO QUESTO GOVERNO DI INCOMPETENTI FA SONNI TRANQUILLI? E' SODDISFATTO??CI STA RIPORTANDO A QUALCHE SECOLO INDIETRO?

    Report

    Rispondi

  • sirartur

    07 Maggio 2012 - 21:09

    purtroppo si suicidano le persone che hanno sempre lavorato per tutti e per l'italia, solo quei ciechi di politicanti fanno finta di non capire. la crisi colpisce tutti esclusi i dipendenti statali. chissà perchè!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog