Cerca

L'araba fenice

Silvio non si arrende:
"Non mi faccio pensionare"

Berlusconi fa pace con Alfano ma solo per prendere tempo. Il 16 gennaio annuncerà la sua "sorpresa"
55
Silvio non si arrende: 
"Non mi faccio pensionare"
Berlusconi fa pace con Alfano ma solo per prendere tempo. Il 16 gennaio annuncerà la sua "sorpresa"

 

Non ha nessuna intenzione di farsi pensionare. Silvio Berlusconi sta solo prendendo tempo per ultimare il progetto che, a suo dire, porterà sotto l'albero di Natale del Pdl delle significative notività. Nel buen retiro di Malindi, lontano dalle beghe giudiziarie, in attesa della riforma elettorale e delle primarie del Pd, sta studiando il modo più efficace per tornare in campo. La data sembra essere stata già decisa: il 26 gennaio, giorno dell'anniversario del "predellino" nonché data nella quale Alfano vorrebbe celebrare la convention della sua incoronazione. 

Nel frattempo deve però tenere a bada il partito. Ieri dal Kenia, grazie al paziente lavoro di intermediazione dei soliti Gianni Letta e Paolo Bonaiuti ha evitato lo strappo definitivo con Angelino Alfano. L'avvocato Nicolò Ghedini lo ha convinto a scrivere un comunicato di riconciliazione e dare la sua benedizione alle primarie all'americana e l'esito è stato quello sperato: Alfano a breve giro di agenzie ha assicurato la sua lealtà e rispetto al Cav. "Si discute "come capita nella normalità della vita di una famiglia", ha sottolineato il segretario del Pdl. Ma come in tutte le famiglie c'è qualcuno che è rimasto scontento. In questo caso l'ex coordinatore Sandro Bondi: "Io personalmente non mi riconosco più in questo Pdl", è sbottato ai microfoni di Tgcom24 ribadendo le sue perplessità alle primarie. Che invece vedo molto fomentata Michela Biancofiore che si è dimessa da coordinatrice del Trentino per correre in ticket con la Santanché. Ma non solo: Giorgia Meloni, nonostante La Russa e Gasparri, tentino di dissuaderla, ci sta pensando. Stessa cosa Gianni Alemanno, che continua a perdere consensi da sindaco a Roma: l'occasione per annunciare la sua discesa in campo a livello nazionale potrebbe essere domenica durante una manifestazione organizzata al teatro Brancaccio. Tutto dipende da Alfano, sostiene Alemanno: "Mi auguro che in questi giorni mi dia le garanzie di un progetto serio, altrimenti..."

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marta.paolini

    12 Novembre 2012 - 15:03

    E farà bene a non permetterlo!!! Berlusconi dovrebbe riprendere in mano, come ai vecchi tempi, la situazione e dare immediatamente le dritte a quell'Alfano che sembra essere fatto della stessa pasta di Fini: Giuda!... Addirittura, detta legge come ad esempio, voler cambiare nome al partito di cui lui non ha alcun diritto... ma solo colui che ne è FONDATORE!!! Ma forse Berlusconi è stato con lui troppo genero, gratificandolo per un ruolo di cui il partito non ha trovato nessun vantaggio!!!

    Report

    Rispondi

  • manuelebonbon

    12 Novembre 2012 - 14:02

    Vedi, non è tutto sbagliato quel che dici ma volutamente minimizzi le capacità di Al Tappone a scapito delle vere o presunte incapacità dei giudici. Berlusconi ha un intelligenza superiore, è meticoloso, tenace, feroce e dotato di "naturale" propensione a delinquere. Il tutto accompagnato da fantastiche capacità seduttrici e imbonitrici e da una abilità nel mentire mai vista prima. Aggiungi a tutto questo buoni avvocati e la disponibilità economica illimitata e avrai la ragione sia perché silvio è ancora incensurato, sia perché la gente onesta, progressista ma rispettosa delle regole come me lo detesta così tanto. Ancora per poco spero: mi dicono che il nano frottolone assume colorazione dal grigio mummia al giallo cianotico... ci son buone possibilità che presto vada a finire i suoi giorni in qualche paese dove non c'è l'estradizione in Italia... magari Hammamet, tanto per restare tra i suoi amici. Dopo, caro unghia, potremo anche parlare di politica o di vini.

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    12 Novembre 2012 - 09:09

    -Gli avvocati,che notoriamente sono di destra!- Vedi caro mentecatto,qua dentro tutti possiamo vestirci come ci pare,c'è chi si veste da professore,chi da matematico,chi da politico,chi da agente di borsa,nessuno mai si mostra per ciò che è a parte,forse,io,il Cianno e qualche altro! Essere noi stessi è cosa ardua,persino ammettere che Berlusconi è ancora incensurato e mai condannato,e che gli avvocati che paghiamo anche come politici,quelli di Berlusconi,sono migliori dei politici che paghiamo anche come magistrati,quelli che non riescono a condannare Silvio è segno di onestà interiore!Essere noi stessi è anche questo,ammettere la verità!Poi,se vuoi mettere BLUADRIAN tra la categoria degli avvocati sei libero di farlo,io resto dell'idea che la categoria ideale per lui è quella dei testicoli! Silvio è riuscito a bloccare in parte i giudici incapaci,con dei disegni di legge?Ma hai notato anche i 36 processi inconcludenti organizzati da questi giudici?Più incapaci di così si muore!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media