Cerca

Il campione dopato

Schwazer: "Ho fatto tutto da solo
e ho mentito anche a Karolina"

Conferenza stampa dell'atleta: "Ho comprato l'Epo in Turchia con 1.500 euro. Per farmi le iniezioni mi svegliavo alle 2 di notte"
Schwazer: "Ho fatto tutto da solo
e ho mentito anche a Karolina"

In lacrime, distrutto, "contento che finalmente sia tutto finito e di poter tornare a una vita normale". Così Alex Schwazer nella conferenza stampa tenuta oggi a Bolzano dopo essere stato trovato positivo al doping e cacciato dalle Olimpiadi di Londra 2012. Il campione in carica della 50 chilometri ha detto di aver acquistato l'Epo in Turchia, in una farmacia di Istanbul, da solo, spendendo 1.500 euro. E di non aver mai detto niente a nessuno. "Ho mentito persino alla mia fidanata (Karolina Kostner, ndr)". Schwazer, trovato positivo al doping lo scorso 30 luglio durante un controllo a Oberstdorf della Wada (World anti-doping agency), ha detto che da tre anni voleva ritirarsi dall'attività agonistica: "L'allenamento è tutto nel mio sport, ma io per tanti giorni non ne potevo più di faticare e basta. Dopo un giorno a correre per tre ore pensavo a quello successivo e mi veniva la nausea".

Ora ci saranno indagini, processi, condanne (forse anche penali), ma lui si dice contento che tutto sia finito: "Ero disperato, non sopportavo più di essere giudicato per una singola gara. Che poi, se vinci, allora è merito tuo e di quelli che ti stanno intorno, mentre quando perdi sei tu che sei debole fisicamente e mentalmente". Del periodo del doping racconta: "Aspettavo solo che la mia fidanzata uscisse di casa per andare all'allenamento e farmi l'iniezione di Epo. Oppure, mi svegliavo la notte alle ue o alle tre per farmi l'iniezione perchè poi dalle 6 del mattino in poi sarebbe potuto arrivare il controllo anti-doping". Alex non chiederà clemenza agli organi che lo dovranno giudicare: "Per me chi si dopa va squalificato a vita" ha ribadito ieri. Intanto, il Comitato olimpico internazionale ha annunciato che verranno ri-analizzate le analisi anti-doping svolte su Schwazer ai tempi delle Olimpiadi di Pechino 2008, dove il campione altoatesino vinse la medaglia d'oro nella marcia 50 chilometri.

Oggi, la Procura della Repubblica di Bolzano, con a capo Guido Rispoli, ha avviato un’indagine su Alex Schwazer con l’ipotesi di reato di frode sportiva. Anche la Procura militare avrebbe aperto un fascicolo. Domani Alex Schwazer si recherà a Bologna presso la sede del Centro Sportivo dei Carabinieri dove, come lui stesso ha affermato, consegnerà la pistola ed il tesserino di riconoscimento dell’Arma.

bolzano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • petergreci

    09 Agosto 2012 - 12:12

    Il grande Mennea, correva con le gambe quindi aveva le spalle strette e le braccia magre, oggi i centometristi corrimo con le gambe e "sviluppano" i muscoli delle braccia!!??!!?? E' evidente che hanno preso ormoni come fossero pagnotte di pane...a Napoli si dice: accà nisciune è fess..

    Report

    Rispondi

  • petergreci

    09 Agosto 2012 - 12:12

    L'errore c'è stato. I giovani hanno "diritto" di sbagliare. Alex ha riconosciuto la sua colpa, ha ammesso l'assunzione di prodotti dopanti. Peggio, molto peggio quando a sbagliare sono uomini maturi che ricoprono incarichi istituzionali. Facciamo un esempio: Silvio Berlusconi. Chi non ricorda la fregatura che gli diede tal Patrizia D'Addario la famosa notte.....forza Alex, la tua vita non è finita.

    Report

    Rispondi

  • herbavoliox

    09 Agosto 2012 - 08:08

    Perchè fare quella penosa conferenza stampa, nessuno ne sentiva il bisogno, avevi già ammesso tutto. Il rimorso è soltanto tuo e della tua vita. Inutile parlarne ancora. I controlli andrebbero sempre fatti agli atleti che vincono le olimpiadi, a prescindere. Serva di lezione almeno.

    Report

    Rispondi

  • beatles14

    09 Agosto 2012 - 01:01

    Non ha ucciso nessuno, si è ritirato, ha ammesso le sue colpe,ha chiesto scusa. BASTA col massacro degno di miglior causa. LASCIATELO VIVERE , SMETTETELA, VOI MEDIA AVETE ROTTO. Ci sono cose più gravi a cui pensare.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog