Cerca

Sharon Stone è razzista Denuncia della tata

La tata mette nei guai Sharon Stone portandola in tribunale per razzismo, sfruttamento e licenziamento senza giusta causa. Secondo la baby sitter, Erlinda Elemen, di origine filippina, l'attrice l'avrebbe insultata e presa in giro per la sua razza e per il cattolicesimo. Le avrebbe detto chè è stupida come tutti i filippini e che continuando a parlare con i suoi figli (si tratta di tre bambini adottivi) loro avrebbero appreso il suo accento da extracomunitaria.

Ovviamente nessuno delle persone vicine all'attrice di Basic Instinct crede a queste accuse. La tata starebbe solo cercando di farsi pubblicità e di nascondere con queste falsità il vero motivo per cui Sharon Stone l'ha licenziata: i falsi straordinari effettuati dalla baby sitter. "E’ un processo assurdo basato su accuse inventate e portato avanti da un'ex dipendente scontenta che ora punta a spillare soldi in qualunque modo”, ha replicato seccamente Paul Bloch, portavoce di Sharon Stone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    28 Maggio 2012 - 22:10

    gridare al razzista, al razzista... quando magari ne combinano qualcuna delle loro, quando vengono licenziati, quando i "cattivi padroni occidentali" non sottostanno alle loro arroganti pretese... Storia vecchia, storia vecchia, ma migranti sempre uguali!

    Report

    Rispondi

blog