Cerca

L'Italia degli sciacalli

Berlusconi
come Lenin
in una teca

roma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • orovero

    29 Maggio 2012 - 21:09

    Da Vomitare!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • minimo

    29 Maggio 2012 - 21:09

    Gli autori di questo spregevole gesto non vogliono la pena di morte, ma la auspicano ai loro nemici. Quanta confusione hanno nelle loro menti.

    Report

    Rispondi

  • ulisse di bartolomei

    29 Maggio 2012 - 19:07

    sostituisce il mancato acculturamento di una scuola che non comunica più ideali condivisibili, ma soltanto fazionamenti ideologici. Gli autori non si rendono conto di stare uccidendo il marxismo "umano", che vorrebbero gabellare come risorsa per il futuro. Tutto quanto sa di rosso oggi, a cominciare dall'humus ideologico nelle università e nei centri sociali, sa di morte e di annichilimento della convivialità democratica. Nel cristianesimo tutto invita al riscatto, mentre nel marxismo tutto anela la distruzione di ciò che non si condivide o non si ama, per il mero desiderio del mediocre che il migliore finisca nel fango cessando la sua immagine/specchio di una società felice. Il difetto va criticato, ma all'individuo va disposto il riscatto. Il comunismo o marxismo dal volto umano, seppure fosse mai possibile, muore ancora in quella teca mentre il Cavaliere potrà confezionarci un'altra barzelletta... nei suoi innumerevoli difetti, la libertà democratica è bella per questo.

    Report

    Rispondi

  • sanfilippo

    29 Maggio 2012 - 18:06

    Forse la vera musa ispiratrice di questi pseudoartisti da pattumiera é la procura di milano......

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog