Cerca

A Taranto

Il look da intellettuale di Michele Misseri

In aula per l'udienza del processo per l'omicidio di Sarah Scazzi

29 Ottobre 2012

2

Michele Misseri in aula a Taranto per l'udienza del processo per l'omicidio di Sarah Scazzi con il consueto "look da intellettuale".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • RANMA

    31 Ottobre 2012 - 09:09

    Il fatto è che prima questo individuo sembrava un povero spaventapasseri,dimesso,trascurato e molto villico.I colpevoli mass media lo hanno negativamente innalzato di livello e quello si è montato la testa. Sembra che questo dramma infame dell'uccisione della povera Sahra,gli abbia dato benessere e vigore e che invece di apparire disperato o quantomeno afflitto sembra ringalluzzito ripulito e ben messo.Insomma prima era un poveraccio debole e sottomesso alle arpie ora sembra uscito dal Luxor hotel come un divo.E' uno schifo.. Ma quello che mi indigna di più e quando lo chiamano "ZIO",zio è un termine che sà di famiglia di protezione ,come si fa a darlo a una persona coinvolta in un assasinio? Pazzesco e vergognoso..e nessuno sembra indignarsene,fossi io uno zio protesterei per questo abuso che fa apparire sano un vomito di cammello..

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    30 Ottobre 2012 - 08:08

    Michele Misseri ha 60 anni...Alla sua eta' è normale non vedere piu' come una volta. Che ch'azzecca mo' il fatto di essere "intellettuale" solo perchè indossa un paio di occhiali? Alla classe operaia non sono piu' concessi neanche gli occhiali per vedere bene,o solo i vecchi finocchioni sciovinisti e di sinistra li possono sfoggiare?

    Report

    Rispondi

media