Cerca

Delitto di Brembate Sopra

Yara Gambirasio, ecco le foto degli abiti con cui è morta

L'identikit dell'assassino di Yara Gambirasio, la 13enne di Brembate Sopra uccisa in una zona industriale di Bergamo il 26 novembre 2010, resta senza identità, ma da giovedì 10 aprile ha un numero e un padre. La scientifica ieri aveva fatto sapere che al 99,99999987% Giuseppe Guerinoni, l’autista di autobus di Gorno morto nel 1999 è il padre dell’assassino, ancora ignoto, di Yara. Dopo la conferma dalla scientifica, Sky Tg24 ha pubblicato in esclusiva le immagini dei vestiti che la vittima indossava al momento del delitto.

Le indagini - Le prime conferme erano arrivate dai prelievi di particelle di saliva sul retro di una marca da bollo, poi ieri la conferma. Dall’esame di materiale biologico prelevato dal femore della salma, riesumata nel marzo dello scorso anno, è stato appurato che l'assassino è davvero il figlio illegittimo dell’autista, il problema resta quello di rintracciare la madre, per avere maggiori informazioni ed arrivare così al figlio. La conferma che l'assassino sia un figlio illeggittimo è emersa sulla base dagli interrogatori agli ex colleghi di Guerinoni. Questi avrebbero confermato che a metà degli anni Sessanta l'autista aveva confessato di avere avuto una relazione extraconiugale con una donna della Val Seriana, ma tutti i tentativi di risalire a lei (e quindi al figlio),  sono finora stati infruttuosi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettely1313

    12 Aprile 2014 - 12:12

    parlando di abiti che indossava Yara quando è scompara e poi uccisa, i salotti noir hanno sempre detto che attaccati al suo abbigliamento c'erano fili di fibra rossa, ovvero tracce di moquette che hanno avvolto il corpo di Yara e questa moquette si trovava nel furgone bianco del cantiere. Dopo tante notizie alla spicciolata sarebbe bene capire la dinamica dei fatti e vedere se tutto coincide

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    12 Aprile 2014 - 12:12

    parlando di abiti che indossava Yara quando è scompara e poi uccisa, i salotti noir hanno sempre detto che attaccati al suo abbigliamento c'erano fili di fibra rossa, ovvero tracce di moquette che hanno avvolto il corpo di Yara e questa moquette si trovava nel furgone bianco del cantiere. Dopo tante notizie alla spicciolata sarebbe bene capire la dinamica dei fatti e vedere se tutto coincide.

    Report

    Rispondi

  • alfa553

    11 Aprile 2014 - 13:01

    Hanno rotto i coglioni e speso una varcata di soldi.Genitori egoisti e sciocchi.

    Report

    Rispondi

  • fabiou

    11 Aprile 2014 - 13:01

    indagate sui servizi segreti. ci sono ipotesi suggestive in internet. quando le ipotesi tradizionali non sono possibili, bisogna cercare tra quelle impossibili. http://www.losai.eu/la-propaganda-sui-microchip-funziona/

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog