Cerca

Bagarre

M5s occupa il Senato dopo la fiducia sul Dl Lavoro

Il governo Renzi ha blindato il Dl Lavoro chiedendo il voto di fiducia. Una decisione che ha innescato la furiosa reazione dei grillini, che a Palazzo Madama si sono ammanettati. I senatori del M5S hanno protestato l'aula indossando magliette con la scritta "Schiavi mai" e occupando i banchi incatenati tra loro. "Ci dovrete portare via con la forza" ha detto la pentastellata Nunzia Catalfo. "Ora vado a cercare i fabbri - ha risposto Roberto Calderoli, presidente di turno dell'Aula - in un modo o nell'altro uscirete da qui". La protesta ha fatto infuriare il leghista che ha fatto intervenire i commessi: "Posso allontanarvi e disporre anche l'arresto". Ma dopo poco la bagarre si è spenta e la discussione in aula è ripresa con le dichiarazioni di voto.

Duro l'intervento in aula del cinquestelle Maurizio Buccarella: "Il Jobs Act è un “Precari Act”. Significa che il lavoro fatto da tutti i nostri portavoce in Senato verrà buttato nel 'WC' come se nulla fosse. Ancora una volta il Parlamento viene espropriato di ogni funzione, per la sesta volta il Governo Renzi violenta le istituzioni e la democrazia in questo Paese, siamo alla farsa finale".

Protestano anche i senatori di Sel con cartelli di cestini accanto agli articoli della Costituzione dedicati al lavoro: "Un decreto da massacro sociale" lo ha definito il senatore vendoliano Giovanni Barozzino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    08 Maggio 2014 - 11:11

    Buffoni.Dopo 3 governi che non ha eletto nessuno i parlamentari risulterebbero sempre gli stessi.Vuoi che abbiano paura di perdere le prebende,vuoi che abbiano paura di perdere la pensione e lo stipendio ma SONO sempre gli stessi.Renzi può mettere tutte le fiduce che vuole che le otterrà sempre....Quindi come mettere una camicia pulita addosso a un Rom.

    Report

    Rispondi

  • pansave

    07 Maggio 2014 - 18:06

    Ecco il treno lungo lungo che percorre la città, lo vedete lo sentite ecco il treno eccolo laaaa.

    Report

    Rispondi

  • daniele iannone

    07 Maggio 2014 - 17:05

    Erano disoccupati quasi tutti, ora li paghiamo per fare solo pagliacciate.

    Report

    Rispondi

blog