Cerca

Brasile

Mondiali 2014, spettacolo di colori alla cerimonia di apertura con Jennifer Lopez e Pitbul all'Itaquerao

0

La XX edizione dei Mondiali di calcio è stata dichiarata ufficialmente aperta con la conclusione della cerimonia inaugurale allo stadio Itaquerao di San Paolo. Una cerimonia breve, durata solamente 25 minuti, che ha rivisto il protocollo dopo i fischi che fecero da sfondo agli interventi del
presidente brasiliano Dilma Rousseff e del n.1 della Fifa, Joseph Blatter, un anno fa a Brasilia all’apertura della Confederations Cup. Eliminati, quindi, gli interventi introduttivi del capo di Stato brasiliano e del dirigente svizzero per il timore di contestazioni. Al centro dunque lo spettacolo animato da 660 figuranti, una finestra per raccontare agli spettatori sugli spalti e a quelli in televisione la cultura e la storia del Brasile. Primo simbolo ad essere raffigurato la natura che caratterizza il Brasile: mare, fiumi e la Foresta Amazzonica. Si passa poi a una sezione dedicata ai popoli che compongono il Paese, per passare poi alla danza con alcuni ballerini che hanno mostrato alcuni balli popolari e passi di capoeira.

Il globo - Al centro della scena un globo luminoso formato da led che ha preso i colori del ’brazucà, il pallone ufficiale dei Mondiali, per poi replicare le bandiere dei 32 paesi partecipanti. L’attenzione è poi andata su un giovane paraplegico che grazie ad una struttura di supporto ha dato un calcio al pallone dando di fatto avvio al Mondiale. Magicamente il globo luminoso si è aperto diventando un palco su cui si sono esibiti nell’inno ufficiale della manifestazione, "We are one" il rapper Pitbull, vestito con la maglia gialla del Brasile, e le cantanti Jennifer Lopez vestita di verde e Claudia Leitte di azzurro, il colori della bandiera brasiliana, assieme agli Olodum.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media