Cerca

Messi a posto

Mondiali, Angela Merkel: i selfie coi giocatori negli spogliatoi

0

Era sicura di vincere, come aveva lei stessa dichiarato in un meeting dell’Unione Democratica Cristiana (CDU). Angela Merkel ha avuto ragione: Germania campione del mondo, Argentina battuta. La cancelliera osservava impaziente la partita in tribuna vip accanto al presidente tedesco Joachim Gauck e all'omologa brasiliana, Dilma Rousseff. Silenziosa e scrutratrice, apparentemente calma. Ma in realtà Angela soffriva: voleva anche la gloria calcistica, lei grande tifosa, e l'ha ottenuta. Voleva rivendicare di essere la più forte anche nel pallone, e non soltanto in Europa.

L'esultanza e i selfie - Al 113' del secondo tempo supplementare Schürrle mette in mezzo un pallone delizioso, stop di petto di Mario Gotze e tocco di collo, Romero rimane spiazzato: il gol che vale il trionfo. La Germania a 8' dal triplice fischio ipoteca la Coppa del Mondo. La Festa esplode sugli spalti. La Merkel si dimena, si agita e urla. Dopo 8 minuti l'ufficialità: la squadra di Loew sale sul tetto del mondo. Dopo diverse edizioni in cui ha sfiorato la vittoria, questa volta la Germania ha tirato fuori gli artigli anche in finale, anzi, ha mostrato i muscoli. Muscoli, quelli di Gotze & Co, fatti vedere "dal vivo" negli spogliatoi, dove c'era anche la Cancelliera, che si è recata tra i giocatori con l'immancabile giacca rossa, in linea con i colori della maglia di rappresentanza della Germania. Lì la cancelliera ha iniziato la sua raffica di selfie con la coppa e i neo-campioni del mondo.

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media