Cerca

Concerto

Lady Gaga a Milano è la regina del Trash

Ieri sera, 4 novembre, al Forum di Assago si è esibita, per l'unica data italiana, Lady Gaga che, in tutta la sua anima trash, sta girando l'Europa con il suo tour ArtRave.

La regina del trash - Altro che regina del Pop, Lady Gaga è la regine indiscussa del Trash. Colori fluo, calze a rete, poltrone a forma di mani smaltate, coreografie e costumi al limite tra il porno e i Teletubbies e il sedere perennemente in vista. Questa è la sintesi del concerto di Gaga che non ha mai abbandonato il palcoscenico, neanche per cambiarsi, rimanendo, infatti, con il seno nudo e il solo perizoma color carne davanti al pubblico di 10mila persone. Il culmine, però, Lady Gaga l'ha forse raggiunto con il travestimento da piovra gigante incrociata ad un cane dalmata. Il risultato è stata una performance strabiliante, ma confusa e troppo, davvero troppo eccentrica.

Più jazz e meno trash - Che stia esagerando, forse, se n'è accorta anche lei, Lady Gaga, consapevole del mancato decollo delle ultime canzoni; Miss Germanotta ha, così, deciso di fare un po' di pulizia, licenziando il 90% del suo management. Come prima cosa, Lady Gaga ha contattato l'arzillo Tony Bennett con il quale aveva inciso nel 2011 The Lady: "Ero in crisi profonda e solo la calma di questo signore della musica mi ha aiutato"; con Bennett, la Gaga ha prodotto Cheek to cheek, un album che mette in mostra le sue qualità vocali e musicali. Riguardo al recente insuccesso dei suoi ultimi brani, la cantante dice: "Non è stato un insuccesso, ma le canzoni hanno bisogno di essere capite e digerite dal pubblico. Ci vorrà tempo". Forse Lady Gaga non ha capito che il problema sta proprio qui: digerire tutto questo miscuglio trash, non è cosa facile!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog