Cerca

Attacco all'Isis

Hollande manda una portaerei nucleare nel Golfo Persico

Il presidente francese non si fa intimorire dalla strage di Parigi e oggi ha formalmente confermato l’invio della portaerei a propulsione nucleare Charles de Gaulle e della sua flotta nel Golfo Persico, per intensificare le operazioni contro Isis in Iraq. La notizia era già stata presa il 6 gennaio scorso, il giorno prima del massacro al settimanale satirico Charlie Hebdo.

La Charles de Gaulle è l'unica portaerei della Marina francese attualmente in servizio. E' anche la prima e unica nave di superficie a propulsione nucleare costruita in Europa occidentale. Costruita dai cantieri navali di Brest per sostituire la Clemenceau, è entrata in servizio nel 2001. Ha una lunghezza di 261 metri, una larghezza massima di 63 e un'altezza di 70.  La componente di forza aerea imbarcata è costituita da caccia Rafale M e da velivoli radar E-2C Hawkeye.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Danielee

    14 Gennaio 2015 - 21:09

    Complimenti ai 2 miglioni di pecore che hanno protestato per le strade in francia. dando il consenso mediatico ad hollande per giustificare una ulteriore politica aggressiva di "conquista" nel medio oriente, in cui sono i civili a morire. Beata gente, c'e' ancora chi non sa che l'Isis e' finanziato ed addestrato dalla stessa Nato, per dare loro un pretesto di invadere. False Flag.

    Report

    Rispondi

    • UnicoBatman

      UnicoBatman

      15 Gennaio 2015 - 10:10

      Esatto. Agli americani è riuscito il colpaccio, ha fatto fornire alla Francia l'alibi per cointervenire in casa d'altri: obiettivo Siria al fine di scatenare la guerra con Putin. Poveretti, credono ancora che la gente creda alle favole..

      Report

      Rispondi

    • kelibia

      15 Gennaio 2015 - 10:10

      Megio legere quel che dici che essere cieco. Poverino.

      Report

      Rispondi

  • marcolelli3000

    14 Gennaio 2015 - 20:08

    ricordiamo per dovere di verita' che i francesi non appoggiarono gli americani in iraq portando con giustificazioni codarde, ma adesso le cose sono cambiate completamente, Sia per la Francia che per l'Italia occorre pero' disinfestare dentro i confini prima come si e' visto benissimo.

    Report

    Rispondi

  • rossini1904

    14 Gennaio 2015 - 17:05

    Dunque la Francia da operetta, che ha dovuto mettere in campo 80.000 uomini armati fino ai denti, per fare fuori tre stracciaculo, manda una portaerei nucleare nel Golfo Persico. Per fare che? Se ci fosse ancora l'inimitabile Totò mi immagino la pernacchia colossale.

    Report

    Rispondi

    • ferredilcostr.rest.srl

      14 Gennaio 2015 - 20:08

      Per colpa di qualch'uno non si fa credito a nessuno,da quella bestia atomica uscira'l'inferno e i vermi arabi se ne accorgeranno personalmente dispiace per vecchi donne e bambini perche' loro da bravi vigliacchi gli si nasconderanno dietro,poi partiranno le truppe di terra e gli daranno il colpo di grazia,penso che questa volta non interverrà nessuno ad aiutarli perché il petrolio non serve piu'

      Report

      Rispondi

  • ketaon_01

    14 Gennaio 2015 - 17:05

    Finalmente una buona notizia

    Report

    Rispondi