Cerca

La trasferta

Matteo Salvini a Palermo chiede scusa ai siciliani, ma viene contestato

"Se abbiamo avuto toni eccessivi in questi anni sul Sud e i meridionali, chiedo scusa e cercheremo di evitare di ricadere negli stessi errori, ma se ci chiamano in migliaia vuol dire che il problema è la forma ma non la sostanza". Lo ha detto  Matteo Salvini, a Palermo, incontrando i giornalisti che gli chiedono cosa risponde ai siciliani che gli contestano le offese degli anni
scorsi. "La Sicilia potrebbe essere una miniera d’oro - dice - invece ha avuto il tasso di disoccupazione più alto". Il leader leghista, poi elogia ancora la Sicilia: "Io non ho attaccato i siciliani, ho sempre attaccato la cattiva politica. Se la Regione siciliana ha 20mila dipendenti evidentemente c’è un problema di gestione politica e di connivenza di un certo numero di cittadini. Pensiamo alle statistiche sui falsi invalidi, ovviamente non è tutta la popolazione ma una parte". Non manca l'attacco al ministro Angelino Alfano rispetto a Mare Nostrum: "E' un clandestino", dice. 
Poi un passaggio su Silvio Berlusconi: "Dice che il Patto del Nazareno è finito? Meglio tardi che mai, vediamo se è a volta buona..."

La protesta - Prima che arrivasse a Palermo, molte persone hanno organizzato una contro-manifestazione contro Salvini con le bandiere della Trinacria. ’I leghisti aiutiamoli a casa loro, si legge, oppure "Leghisti siete la castà, ’Noi non dimentichiamo gli  insulti alla Sicilià, "Salvini vattene", "Salvini sta a Palermo come il dado alla caponata".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gyxo

    10 Febbraio 2015 - 08:08

    Chi sono i contestatori di Salvini?Sono,come sempre, i depravati nullafacenti dei centri sociali spesso figli di papà e sempre sovversivi contro tutti tranne con i loro fans comunisti tipo pisapia crocetta e tutti i sovver. sinistronzi.L'autore dell'articolo non è obiettivo quando non specifica da che elementi amorali viene la contestazione. Salvini stia tran che ragli d'asini non giung in cielo .

    Report

    Rispondi

  • Maddalenamaria

    09 Febbraio 2015 - 20:08

    Pino di pino stai attento che la tua intelligenza non trabocchi non ho capito se nord o sud se fai l invalido e non ci sei se e così stai attento a non giocare con il dolore altrui e sopratutto impars a rispettare le opinioni altrui e da mamma invalida terrona siciliana sono contenta di fire grande Salvini. Goditi la pendione furbo

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    09 Febbraio 2015 - 18:06

    Salvini contestato ? Contestato da chi ? Sicuramente dai prepotenti comunisti dei centri asociali, dagli inutili grullini, dai dipendenti raccomandati della funzione pubblica siciliana e non certo dai benpensanti ed onesti cittadini siciliani, che ogni giorno debbono subire le predazioni dei comunisti del vomitevole compagno Crocetta....!

    Report

    Rispondi

  • blues188

    09 Febbraio 2015 - 17:05

    Cambiare la testa dei terroni è impossibile! Salvini prenderà quache voto, ma poi torneranno ai partiti che più danno soldi e vitalizi. Ma un risultato Salvini ce l'ha già: ha perso il mio voto! Io coi terroni non voglio spartire niente se non quello che già mi rubano!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog