Cerca

Attentato

Copenaghen, fiaccolata per le vittime delle sparatorie

Lunedì sera decine di migliaia di persone hanno partecipato a fiaccolate organizzate in tutta la Danimarca in ricordo delle due persone uccise e dei cinque poliziotti feriti nei due attentati del 14 e 15 febbraio, nella capitale Copenaghen. A Copenaghen le persone hanno lasciato fiori davanti ai luoghi dell’attentato, la sinagoga principale della città e un centro culturale, in molti hanno cantato insieme Imagine di John Lennon. Intanto sono state arrestate due persone con l’accusa di essere complici dell’attentatore, ucciso in un’operazione della polizia domenica mattina. La sua identità non è stata rivelata, ma la stampa danese ha scritto che si chiamava Omar El-Hussein, aveva 22 anni ed era nato e cresciuto in Danimarca da genitori palestinesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Satanasso

    17 Febbraio 2015 - 13:01

    L'europa GAY fa le "fiaccolate"...certo. prima fa entrare cani e porci (islamici) e poi fa i gaypride antiterrorismo...

    Report

    Rispondi

blog