Cerca

Classifiche

La città migliore dove vivere? Ecco la top ten

Come ogni anno Mercer, multinazionale della consulenza alle imprese, ha stilato una classifica delle città più vivibili al mondo. Ques'anno sono state analizzate 230 città in base a dieci parametri: ambiente politico e sociale, clima economico, clima socio. culturale, sanità, scuola ed educazione, trasporto e servizi pubblici, tempo libero, prodotti di consumo, costo delle abitazioni e ambiente. 

Vienna e l'Europa - Per il sesto anno consecutivo Vienna risulta la città con la qualità della vita migliore al mondo. La seguono Zurigo e Auckland, in Nuova Zelanda. Le città europee in generale sono tra le più vivibili al mondo, infatti nella top ten, sette sono europee e solo tre sono fuori dal vecchio continente, due delle quali danno parte dell'Oceania. Le città italiane non sono alte in classifica, per trovare una città italiana dobbiamo scendere alla quarantunesima posizione in cui si trova Milano, mentre la nostra capitale, Roma, si trova nella cinquantaduesima posizione. Tra le due in particolare, Roma ha guadagnato più punteggio in termini di cura del verde e del rapporto qualità/prezzo, mentre Milano la supera per quanto riguarda il clima economico, l'ambiente politico- sociale e i servizi pubblici.  Ma consoliamoci, non saremo tra i primi ma non siamo neanche gli ultimi, la città peggiore secondo la classifica è Baghdad

Gli altri continenti - Nel Medio Oriente spicca Dubai in settantaquattresima posizione, il Nord America oltre a Vancouver che è quinta in classifica, ha anche Toronto in quindicesima posizione. Tra le città asiatiche Singapore spicca in venticinquesima posizione, Tokyo è solo quarantaquattresima. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ZAEN1001

    07 Marzo 2015 - 07:07

    Del tutto comprensibile non vi siano città italiane fra le prime 10 del mondo.Al più i centri italiani possono eccellere per:sporcizia, disordine, incuria dei beni pubblici, presenza di clandestini e nomadi, degrado, non-solo-micro criminalità, scempii urbanistici, demenza nella organizzazione del traffico, malagestione di aziende di trasporto urbano, esosità dei tributi locali.Provare per credere

    Report

    Rispondi

  • locatelli

    06 Marzo 2015 - 07:07

    milano roma venezia firenze bergamo ferrara dove sono ?

    Report

    Rispondi

  • enzo1948

    05 Marzo 2015 - 19:07

    io preferisco città meno grandi ma che offrono ogni necessità

    Report

    Rispondi

  • enzo1948

    05 Marzo 2015 - 19:07

    Io ci metterei delle cittadine, diverse, che hanno poco più poco meno di 100 mila abitanti

    Report

    Rispondi

blog