Cerca

Centrodestra

FdI, Giorgia Meloni a Terni su sicurezza e regionali: "Con Ricci per dare all'Umbria un cambio di passo storico"

"L'Isis sta facendo selezione d'ingresso per entrare in casa nostra". Questo il commento a caldo di Giorgia Meloni a Terni, su immigrazione e caos politico in Libia. Nel corso della conferenza stampa tenutasi a Palazzo Spada, sede del Consiglio Comunale, la leader di Fratelli d'Italia ha espresso preoccupazione per la difficile situazione che vive oggi l'ex nazione di Gheddafi dove "è plausibile che cellule terroristiche si infiltrino tra i disperati che attraversano il Mediterraneo". Le parole della Meloni non toccano, però, solo immigrazione e politica estera. C'è spazio infatti anche per la questione, delicata ed attualissima, del sovraffollamento carcerario. Chiave, il recente fatto di sangue che ha interessato la città: "Ciò che è accaduto a David Raggi ci spinge a domandarci cosa non abbia funzionato nelle politiche di sicurezza: in Italia non c'è più la certezza della la pena. Da tempo, ormai, pensiamo di poter risolvere il sovraffollamento carcerario non adeguando la capienza delle carceri ai reati, ma il codice penale alla capienza delle carceri".

Poi, la stilettata al Governo: "Renzi ha depenalizzato reati estremamente comuni come la violenza privata e il furto e che tendono a moltiplicarsi in tempi di crisi economica, con una povertà dilagante. Tra gli ultimi provvedimenti adottati dall'Esecutivo, quello che prevede uno sconto di pena di 75 giorni ogni sei mesi di detenzione, vale a dire 150 giorni all'anno... Vale a dire dimezzare la pena". E, infine, l'affondo: "Una percentuale non secondaria di coloro che è fatto oggetto di provvedimenti di clemenza torna a delinquere. E' corretto allora dire che agli occhi della Collettività il mandante di quei reati è lo Stato italiano incapace di affrontare il sovraffollamento carcerario e che fa pagare questa incapacità alle nuove vittime?". Tema principale del pomeriggio la sicurezza, ma anche le prossime elezioni regionali trovano spazio nell'intervento della Meloni al cui fianco c'è Claudio Ricci, capo della coalizione di centrodestra che sfiderà il Pd umbro e alle cui spalle campeggia il logo di Fratelli d'Italia con il nome del sindaco di Assisi. Ancora la Meloni: "Quello di FdI a Claudio Ricci è un sostegno convinto. Questa coalizione è un laboratorio per la rinascita del centrodestra e uno strumento per dare all'Umbria un cambio di passo storico”. 

servizio e foto di Marco Petrelli 
@marco_petrelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • claudiotortora

    25 Marzo 2015 - 21:09

    la nostra leader e sicuramente politicamente la piu preparata abbiamo una marcia in piu

    Report

    Rispondi

blog