Cerca

Alternativa in tavola

Lo chef stellato Leemann e Michela Vittoria Brambilla: a Pasqua niente agnello, ecco il menù vegano

Una Pasqua vegana. E' la proposta che lo Chef stellato Pietro Leemann ha presentato nel suo ristorante Joia, in via Panfilo Castaldi 18 a Milano. Ha partecipato anche l’onorevole di Forza Italia Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell'Ambiente, che si è direttamente cimentata nella preparazione di uno dei due piatti proposti. In alternativa al tipico pranzo pasquale, che vede come alimento fondamentale l'agnello, lo chef ha proposto "il riso della pace" e "il tortino di Pasqua". Il primo piatto contiene carciofi, una spuma di cavolo romanesco e la particolarità è che al posto del formaggio viene utilizzato il purè di sedano rapa. Il secondo piatto invece è preparato con l'utilizzo di asparagi e farina di piselli, preparato con la maionese vegana, ottenuta con il latte di mandorla, limone, rafano. Il tratto fondamentale di entrambi piatti è che non contengono tracce di latticini. "Gli esseri senzienti non sono ingredienti, alimentazione non vuol dire necessariamente violenza", è il messaggio che sia Leemann sia la Brambilla vogliono diffondere per quanto concerne l'alimentazione e la difesa degli animali, non solo nei giorni di festività. Per poter vedere direttamente la preparazione dei due piatti bisogna semplicemente collegarsi al sito www.Leidaa.info dove si trovano i video tutorial.

di Eleonora Caputo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    01 Aprile 2015 - 08:08

    A pasqua niente carne?Allora dovrei buttare via l'arrosto?Vada aff*c*lo la Brambilla.

    Report

    Rispondi

blog