Cerca

Isis

Stato Islamico, arriva la moneta ufficiale del Califfato: si chiamerà "dinar" e sarà in oro, argento e rame

Lo avevano annunciato a novembre dello scorso anno, e adesso hanno mantenuto fede alla promessa. Il Califfato ha cominciato a coniare la sua moneta, come se fosse un vero e proprio Stato indipendente. Ad annunciarlo è stato l’account twitter @Raqqa_Sl, gestito dagli oppositori siriani di Assad e dall’Isis, con tanto di foto e di dichiarazione: “Ecco le nuove monete che l'Is afferma di voler coniare”. Si chiamerà “dinar”, ed assomiglia alla valuta che era in circolo nel 650 d.C. nel Califfato dell’epoca. Il gesto ha un forte valore simbolico per l’organizzazione terroristica, l’unità monetaria è la base per la costruzione di una nazione.

La moneta – Il dinar avrà costo legale in tutti i territori controllati dall’Isis e, come riposta LaStampa.it, sarà composto da sette diverse monete: due in oro, tre in argento e due in rame. Ogni dinar avrà il valore di circa 139 dollari e al momento, come si può vedere dalla foto, è stata coniata solamente la valuta più alta. Dal valore di 5 dinari, è in oro puro e dovrebbe pesare circa 20 grammi per un corrispettivo di 700 dollari circa a moneta. Su una faccia è incisa la scritta “Stato islamico. Califfato basato sulla dottrina del Profeta”, mentre sull’altra il numero 5 in arabo e un planisfero. Come a indicare che le ambizioni dell’Isis sono globali e non confinate al solo medio oriente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog