Cerca

La storia dell'orrore

Regno Unito, 16enne pestata brutalmente a una festa pubblica le immagini del suo volto sfigurato su Facebook

Si chiama Tia Jade Edwards, ha 16 anni, ed è stata picchiata brutalmente a una festa che si è tenuta ad Abergele, nel Galles del nord, Regno Unito. Dopo i calci e i pugni, Tia si è fotografata e ha pubblicato su Facebook le immagini del suo volto sfigurato. Immagini forti, che hanno scatenato una vera e propria campagna online affinché la ragazza ottenesse giustizia. Il motivo? Proprio mentre le immagini circolavano sul web, la polizia ha deciso di chiudere il caso per "insufficienza di prove". Come se quelle immagini non costituissero una prova. Tia, da par suo, ha dichiarato: "La giustizia ha fallito. Se il colpevole non viene preso, può tornare a delinquere. La prova è tutta su Facebook, ma secondo la polizia non può essere utilizzata". Dopo l'aggressione, le forze dell'ordine hanno interrogato tre persone - due donne 37enni e un ragazzo - rilasciate poi su cauzione. Non essendoci ulteriori prove, le autorità avrebbero deciso di archiviare il caso. Alison Faulds, tutore della ragazza, ha annunciato il ricorso:" Stiamo parlando di una giovane di 16 anni che di certo non si è inflitta quelle ferite da sola".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog