Cerca

Expo

Expo, usano bambolotto per saltare la fila del Padiglione Zero

Per superare le code di Expo si fa proprio di tutto. Così, pur di non stare 4 o 5 ore in piedi ad aspettare, c'è chi ha inventato un semplice trucco: mettere in un passeggino un Cicciobello e fingersi il genitore del bambolotto. Il finto bambino aveva proprio tutto con sé, compresi acqua e biscotti per rifocillarsi e anche un k-way per ripararsi dalla pioggia e dal freddo. Peccato che il trucchetto sia stato scoperto dagli addetti alla sorveglianza del Padiglione Zero, dove i visitatori furbetti stavano tentando di sorpassare tutti quelli in coda. Il personale di Expo ha poi fotografato il Cicciobello e ha diffuso le immagini in rete.

Il tariffario delle beffe - Ma quello del bambolotto non è l'unico metodo usato per saltare le interminabili file. Sulla pagina Facebook "Expo - Discussioni sul tema", nei giorni scorsi, è apparso un (ironico) tariffario che spiega come e quanto costa eludere i controlli e le code. Si passa dal Cicciobello che fa la pupù a quello che fa bei sogni, tutti disponibili a 3 euro per mezza giornata o a 6 euro per tutto il giorno. Ma ci sono anche gli anziani a noleggio, più o meno arzilli. Con loro saltare la coda è una garanzia ma bisogna sborsare almeno 15 euro per trascorrere mezza giornata con i vecchietti. E poi ancora: si ipotizza di noleggiare falsi esami clinici oppure di creare false carte d'identità del fratello del commissario Sala. Così nella lunga attesa fra una visita e l'altra, che può durare anche fino a 7 ore se si tenta di entrare nel padiglione del Giappone, le risate sono garantite. I fantasiosi e, ovviamente impraticabili trucchi, possono strappare un sorriso, e un po' di sollievo, a chi si mette in fila, rassegnato. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Bolinastretta

    20 Ottobre 2015 - 13:01

    c'è gente che avvicina coppie con la signora incinta e chiede di dichiarare, o più semplicemente di omettere di dire che non sono parenti! e oplààà... (capitato a una mia amica incinta!).

    Report

    Rispondi

blog