Cerca

Scontri

Roma, tensioni a Porta Pia tra le forze dell'ordine e i manifestanti dei movimenti per la lotta per la casa

Tensioni e momenti di panico nella Capitale, a Porta Pia, tra un gruppo di manifestanti dei movimenti di lotta per la casa e le forze dell'ordine. Davanti al ministero delle Infrastrutture un corteo ha bloccato il traffico nella piazza per protestare contro lo sgombero a Bologna di un ex edificio della Telecom. "Vergogna" e "assassini" sono stati i cori scanditi all'unisono mentre la polizia ha iniziato a usare gli idranti contro la folla. Il getto poderoso dell'acqua ha anche abbattuto un semaforo.

Secondo quanto riportato da un comunicato diffuso dalla questura di Roma: "Alle ore 17, un gruppo di circa 200 persone aderenti al Movimento per il diritto all'abitare, tra le quali noti personaggi con precedenti specifici per il reato contro l'ordine pubblico, si sono radunate in piazzale di Porta Pia per protestare contro lo sgombero avvenuto stamattina nella città di Bologna. Gli stessi, hanno operato un blocco stradale sdraiandosi sulla carreggiata e opponendo resistenza passiva alle forze di polizia. Dopo aver tentato invano di far desistere i manifestanti, con interventi di mediazione e, considerato che nel frattempo avevano determinato la paralisi del traffico dell'intera area, le forze di polizia sono dovute intervenire con l'utilizzo di un idrante per disperdere i facinorosi ed evitare contatti diretti. Tutte le operazioni sono state riprese dalla polizia scientifica e i partecipanti identificati ai fini della denuncia e della contestazione della sanzione amministrativa di 2.500 euro collegata al blocco stradale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog