Cerca

Tripoli

Profanato il cimitero italiano in Libia. Devastato dai vandali

Il cimitero cattolico italiano di Tripoli Hammangi è stato nuovamente profanato e devastato. Lo ha confermato all’Adnkronos Giovanna Ortu, presidente dell’Associazione Italiani rimpatriati dalla Libia. "Purtroppo non è una notizia nuova, è un destino amaro e ripetuto", ha commentato la presidente dell’Airl, ricordando le numerose volte che il cimitero dove riposano le salme di 8mila italiani è stato vandalizzato. Ed è una notizia tanto più dolorosa nel giorno Ognissanti, alla vigilia della ricorrenza della Commemorazione dei defunti. L’Airl si è presa cura più volte del restauro del cimitero e si era anche interessata per una possibile traslazione di tutte le salme in Italia. "Oggi tuttavia vorrei pensare soprattutto alla pacificazione e ai vivi, piuttosto che al sacrificio di questi morti che non hanno trovato pace" ha sottolineato Ortu auspicando che la Libia possa ritrovare la pace.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Karl Oscar

    02 Novembre 2015 - 17:05

    Giusto,stonava quel decoro con il resto del paesaggio!

    Report

    Rispondi

  • antcarboni

    02 Novembre 2015 - 16:04

    Mi sono dimenticato Letta nipote!

    Report

    Rispondi

  • antcarboni

    02 Novembre 2015 - 16:04

    Se vi sarà la possibilità di ripristinarlo vorrei che si usassero le indennità della Boldrini, Alfano, Napolitano e Monti logicamente.

    Report

    Rispondi

  • flikdue

    02 Novembre 2015 - 11:11

    Questi vermi sanno prendersela solo con i morti !!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog