Cerca

Amore nel pallone

Ecco l'ultima fiamma di Allegri:
Gloria Patrizi, la wag rossonera

L'allenatore del Milan è un gran seduttore. Dopo aver lasciato la sua compagna Claudia , si è parlato anche di una relazione con Barbara D'Urso. Ma il cuore di Max batte per la playmate

Massimiliano Allegri vince sul campo e anche...a letto. Con le donne ci sa fare. L'allenatore del Milan è un grande corteggiatore. L'ultima sua fiamma è la playmate Gloria Patrizi. Lei 27 anni all'inizio nascondeva la relazione, ma col passare dei mesi la coppia ha deciso di venire allo scoperto. Gloria ormai è una wags rossonera, tra le sue amiche Cristina De Pin, anche lei ex playmate ora dolce metà di Montolivo. E la si può ammirare sugli spalti, in tribuna vip. Quella con Gloria è una storia uffciale. Ma il bel Massimiliano ha alle spalle un pò di flirt. Uno su tutti quello che presunto con Barbara D'Urso: "Io so solo che la ritrovai a cena da Giannino, mi disse: “Ti porterò fortuna”. Beh, si vinse il derby, e altre cinque partite. È la mia mascotte. Ma non ho neanche il suo cellulare". Allegri esce anche da una storia travagliata con la sua ultima compagna, Claudia. I due si sono lasciati mentre lei aspettava un bambino: "Quando succede, succede. Ma abbiamo un figlio insieme. E il nostro compito, ora, è non fargli subire il trauma dei genitori separati. Come sono un buon papà di Valentina (la figlia avuta dal suo primo ed unico matrimonio, ndr), sarò un buon papà di Giorgio".

 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ARSENIO1941

    23 Febbraio 2013 - 12:12

    NASCO NEL 41 SONO MILANISTA ANCOR PRIMA DI NASCERE.- allegria per la vittoria , però c'è un però.il catenaccio è sintomo di mancanza di coraggio, di azzeramento di personalità.- Il risultato è meglio ricercarlo con il tuo gioco , con la tua personalità non attraverso la distruzione del gioco dell'avversario, si passa il turno ma non si passa alla gloria per una partita giocata a viso aperto esprimendo superiorità di gioco, di fantasia di coraggio di grande prestazione.-Basta rivedere alcune istantanee di gioco : si vedono 10 giocatori 10 a 10 metri dalla linea di metà campo schierati a difesa pronti ad ingabbiare un fuoriclasse.- Per me non è gioco anche se devgo sottostare al risultato.- La differenza sta come un primo piatto ordinato in una buona trattoria cucinato da un buon chef e un primo piatto ordinato in un ristorante cucinato da un chef a due stelle- gli spaghetti saziano entrambi i clienti ma la differenza di sapori e gusto è appagante per uno e sufficiente per l'altro

    Report

    Rispondi

blog