Cerca

Crolla un palazzo sul lungomare di Napoli

Un palazzo è crollato a Napoli in via Riviera di Chiaia, al civico 72. Secondo l'Adnkronos, tre vigilesse con un ingegnere e tecnici della metropolitana (proprio di fronte all’area crollata c'è un cantiere della metropolitana) si stavano recando alla riviera di Chiaia per un sopralluogo, ma anche per evacuare l’edificio. C'erano stati dei  problemi a una centralina elettrica e questo aveva indotto i vigili urbani all’evacuazione dell’edificio. Non si sa però - al momento - se l’ordine di evacuazione sia mai stato dato perchè nel frattempo l’ala dell’edificio è venuta giù. Fino al giorno del terremoto del 23 novembre del 1980  l'edificio, una cui parte è crollata, ospitava il consolato francese.  Ora ospita uffici e case private. Il crollo ha interessato una zona molto trafficata nella riviera  di Chiaia. Il punto in cui è avvenuto il crollo è all’incrocio con l'arco Mirelli, solitamente molto trafficato: sono centinaia le auto che ogni giorno lo percorrono, provenienti da via Crispi e altre zone di Chiaia. Ma sono numerosi anche i passanti che l’attraversano. I  soccorritori sperano che al momento del crollo non si trovassero nè auto nè passanti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog