Cerca

Terrorismo

Talebani pakistani assaltano l'università di Charsadda: 21 morti tra studenti e professori

Due esplosioni e spari contro studenti e professori nelle aule e negli ostelli che li ospitano. Questo è quello che è accaduto stamani alle 9.30 in Pakistan (5.30 in Italia). Quattro uomini armati hanno fatto irruzione nell'università Bacha Khan a Charsadda, nella parte nordoccidentale del Paese, a 35 chilometri da Peshawar. Il bilancio parla di 21 morti e di decine di feriti. Molte delle vittime sarebbero proprio ragazzi, ucciso anche un docente di chimica. Ci sono almeno almeno 50 feriti. Uccisi anche quattro dei militari intervenuti. L'università di Charsadda conta solitamente tremila studenti ma questa mattina erano previsti anche 600 visitatori per uno spettacolo teatrale.

I terroristi si erano schierati al secondo e al terzo piano, ma sono stati poi "neutralizzati", ovvero uccisi, da cecchini e dalle forze di polizia. L'attacco è stato rivendicato da Tehreek-e-Taliban Pakistan (TTP), i Talebani del Pakistan. Lo riportano i media locali pakistani. Al momento sono quattro i terroristi uccisi. Tutti gli edifici sono in mano all'esercito", scriveva il portavoce delle forze armate pakistane, il generale Asim Bajwa, su Twitter. La polizia e l'esercito hanno perlustrato la grande struttura del campus per accertare che non ci fossero altre minacce, come ordigni e trappole esplosivi lasciate dai terroristi.

Il primo ministro pachistano, attualmente in Svizzera per partecipare al Forum di Davos, ha condannato l'attacco sostenendo che "chi uccide studenti innocenti non ha fede né religione". "Siamo determinati - ha concluso - a spazzare via la minaccia del terrorismo dal nostro Paese".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog