Cerca

Tragedia

Morta la donna che aveva subito il primo trapianto facciale della storia: aveva 49 anni

E' morta dopo undici anni di sofferenze e rigetti. Isabelle Dinoire, quarantanovenne di Amiens, nel nord della Francia, nota per essere la prima donna ad aver subito un trapianto facciale, non ha resistito al durissimo decorso post-operatorio della sua operazione.

Il suo dramma era cominciato nel maggio 2005, quando il cane di famiglia, un labrador, aveva aggredito Isabelle senza motivo, azzannandola al volto. Come riporta Leggo, all'inizio la donna non si era accorta dell'entità del danno, tanto che aveva tentato di accendersi una sigaretta. "Non capivo perché ma non mi stava tra le labbra. Poi ho visto la pozza di sangue e il cane al mio fianco, sono andata a guardarmi allo specchio e lì, disgustata, non potevo credere a quello che vedevo, soprattutto perché non sentivo dolore" aveva raccontato Isabelle tempo fa. Ricoverata in ospedale, la donna aveva perso ogni sensibilità al volto. Nel dicembre 2005, Isabelle era entrata in sala operatoria per quello che è stato il primo trapianto di volto nella storia della medicina, quindici ore di operazione che avevano portato ad un risultato incredibile. Il volto della donna, completamente ricucito, non aveva più un aspetto mostruoso: "Dal giorno dell'operazione, ho un viso come tutti gli altri.Posso aprire la bocca e mangiare. Da poco, sento le mie labbra, il mio naso e la mia bocca" aveva detto Isabelle.

Ma con gli anni, il decorso è diventato più pesante, i farmaci antirigetto hanno indebolito a tal punto il suo organismo da favorire l'insorgenza di due tumori. Finchè, l'inverno scorso, una violenta crisi non l'ha stroncata definitivamente. Isabelle è morta il 22 aprile scorso, la notizia è arrivata oggi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog