Cerca

Terza guerra mondiale

I tre luoghi nel mondo dove salvarsi in caso di guerra nucleare

In questi giorni, con una Russia sempre più minacciosa e il blocco Occidentale che non arretra, si continua a parlare dell'avvento della Terza Guerra Mondiale. Una guerra che, va da sé, sarebbe atomica. In molti, soprattutto all'ombra del Cremlino, hanno iniziato a pensare a un possibile rifugio dove ripararsi in caso di attacco nucleare. E sul sito di domande e risposte Quora hanno provato a fornire una risposta a chi teme il conflitto, spiegando in quali zone del mondo sarebbe più sicuro trovarsi nel caso la guerra iniziasse davvero.

Escluse America, Russia, Europa e Medio Oriente, potenzialmente scenari devastanti del conflitto, sono state individuati tre luoghi dove rifugiarsi e continuare a vivere nonostante le bombe atomiche. Interpellati dal sito, gli utenti hanno indicato l'Isola del Sud in Nuova Zelanda come il miglior posto possibile, sia per la sua posizione geografica sia perché non è una potenza nucleare. Un internauta scrive: "È probabilmente il posto abitabile più vicino e allo stesso tempo più lontano dal campo di battaglia, benedetto con terra fertile, acqua pura e un gruppo decente di persone con cui sopravvivere".

Altri raccomandano Perth, in Australia, una delle città più remote al mondo in una nazione non nucleare. Infine, a chiudere il podio dei tre luoghi più sicuri in caso di conflitto atomico, ecco la Polinesia francese, stata menzionata come possibile meta a causa della sua posizione nell'emisfero Antartico. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • akapana

    akapana

    21 Ottobre 2016 - 01:01

    Ci sono al mondo almeno due realtà politiche in grado di usare le armi nucleari. La Corea del Nord del folle Kim Jong-un ed i musulmani finanziatori dell'ISIS. Saranno queste due piaghe purulente dell'umanità a ricorrervi senza problemi. L'estremismo comunista e l'estremismo islamico.

    Report

    Rispondi

  • cabass

    18 Ottobre 2016 - 15:03

    Ma se le schifezze che causano il buco dell'ozono, prodotte nell'emisfero boreale, finiscono in quello australe e lì ci rimangono per i noti giochi delle correnti atmosferiche, volete che lo stesso non accada per le radiazioni atomiche??? Mettetevi l'animo in pace, se iniziano a far scoppiare le bombette, sarà un problema ovunque.

    Report

    Rispondi

  • carlozani

    18 Ottobre 2016 - 15:03

    Possibile che si debba rischiare la vita per qualche centinaio di teste di cazzo che governano?Loro probabilmente sanno già dove rifugiarsi in caso di una guerra nucleare.

    Report

    Rispondi

    • Happy1937

      18 Ottobre 2016 - 19:07

      La testa di cazzo e' soprattutto una ed il suo nome e' Barak Obama.

      Report

      Rispondi

  • infobbdream@gmail.com

    infobbdream

    18 Ottobre 2016 - 14:02

    per fortuna le radiazioni inquineranno aria ed acqua in tutto il pianeta per decenni, arrivando con i venti velenosi anche nei posti più remoti, quindi gli scampati se non moriranno di bomba moriranno di tumori sicuramente. secondo me il posto migliore per trovarsi in caso di guerra nucleare è SOTTO LA BOMBA. si soffre meno.

    Report

    Rispondi

blog