Cerca

Guerriglia

Renzi a Napoli, scatta la rivolta: lancio di pietre e lacrimogeni tra antagonisti e polizia

Il premier Matteo Renzi va a Napoli e scatta la rivolta. Violenti scontri con lancio di pietre e lacrimogeni si sono registrati tra le forze dell'ordine e i manifestanti in corteo per protestare contro l'arrivo del presidente del Consiglio in città. Il corteo ha tentato di aprire un varco nel cordone della polizia in piazza Vittoria, sul lungomare. Le forze dell'ordine hanno respinto gli antagonisti dei centri sociali con una carica e un lancio di lacrimogeni al quale i manifestanti hanno risposto con bombe carta. 

Caos in centro - I manifestanti si stanno ora muovendo verso la rotonda Diaz, nella direzione opposta rispetto alla redazione del Mattino dove è atteso Renzi. La zona è controllata anche dall'alto da un elicottero della Polizia. Il corteo aveva tentato la strada del porto per raggiungere la redazione del Mattino, trovando la via bloccata dalle forze dell'ordine in assetto antisommossa. I manifestanti hanno quindi cambiato percorso attraversando i Quartieri Spagnoli e i gradoni di Chiaia, per poi riversarsi sul lungomare: qui lo scontro con le forze dell'ordine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Napolionesta

    06 Aprile 2016 - 19:07

    Benissimo continuate cosi`.

    Report

    Rispondi

  • machian45

    06 Aprile 2016 - 18:06

    Puntillo, ti rendi conto che Renzi è riuscito anche in questo!? Eccezionale!!

    Report

    Rispondi

  • lattaro1939

    06 Aprile 2016 - 18:06

    Ahahah renzi a Napoli ma che cosa si aspettava questo usurpatore forse applausi ma .......

    Report

    Rispondi

  • sempre-CDX

    06 Aprile 2016 - 17:05

    Governo a casa.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog