Cerca

Sotto accusa

Il giovane ingegnere su Facebook: "Guardate bene queste case: ecco perché sono crollate"

Anche gli edifici più nuovi, costruiti in cemento armato, crollati e lesionati dal terremoto. Solai sfondati, murature in pietrame sbriciolate sotto il peso di cordoli realizzati in cemento, troppo rigidi e pesanti per la struttura sottostante, più antica. Un ingegnere civile di Pieve di Cento, il 32enne Gherardo Gotti, ha pubblicato su Facebook alcune foto che a suo dire testimonierebbero tutti gli errori che hanno portato al disastro del terremoto di Amatrice, Accumoli, Arquata e Pescara del Tronto. Gotti, che ha vissuto da vicino il sisma che colpì l'Emilia nel 2012, ha provato così a dare il suo contributo a chi tra Rieti e Ascoli sta indagando per capire se quali e di chi siano le responsabilità dei crolli. "sperando che possa smuovere qualche coscienza...". "Il mio interesse iniziò nel 2009, quando frequentavo l'università - racconta il giovane ingegnere a Repubblica - e un nostro professore ci portò a L'Aquila per analizzare le strutture degli edifici crollati dopo il terremoto. Quando ci fu il terremoto qui in Emilia accompagnai i vigili del fuoco ad effettuare i sopralluoghi come volontario, se mi dovessero chiamare anche a Rieti sarei pronto a partire".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • francori2012

    11 Ottobre 2016 - 19:07

    Chi sono gli idioti che hanno dato la laurea a inetti simili? Perchè dobbiamo pagare degli incapaci simili che non sono nemmeno abili per fare i geometri? Indovinate perchè il Pantheon,che ha più di Duemila anni,è ancora intatto? Perchè ha la cupola di pietra pomice,cioè leggerissima, o Gran Con che non siete altro! Fate delle capanne,così non fate danni. Francori2012

    Report

    Rispondi

  • routier

    28 Agosto 2016 - 18:06

    Purtroppo non ho la verità in tasca e le foto non sono chiarissime, tuttavia se mancassero (o fossero insufficienti) le armature di ferro che "legano" le strutture verticali con quelle dell'ultimo solaio, le ipotesi di un edificio mal costruito, non sono campate in aria.

    Report

    Rispondi

blog