Cerca

Il caso Peter Scully

"Video atroci", cosa faceva alle bimbe: il peggior pedofilo mai esistito

C'è anche un video, atroce, tra le prove che incastrano Peter Scully. L'uomo ha 53 anni, è australiano e nelle Filippine lo considerano il peggior pedofilo della storia. Un mostro per cui ora si sta pensando di reintrodurre la pena di morte, abolita nel 1986.

La rete di pedofili - Il tabloid britannico Sun ripercorre la sua agghiacciante storia di crimini e perversioni. Insieme ad alcuni complici, tra cui due ragazzine ex baby prostitute, Scully adescava bambine e poco più che neonate, le rapiva e le torturava fino alla morte, registrando le abominevoli scene in film che poi rivendeva sul web a una ristretta cerchia di pedofili. Quei filmati dell'orrore (gli inquirenti filippini, pur esperti in questo tristissimo campo, hanno detto di non aver mai visto nulla di simile) sono stati acquistati tramite il sito di pornografia No Limits Fun sul Dark web al costo di 10.000 dollari da utenti in Brasile, Germania e Stati Uniti. 

Il film dell'orrore - Arrestato nel 2011 e accusato di 75 casi tra rapimenti, abusi sessuali e omicidi, Scully è attualmente in carcere dove, secondo cronisti e avvocati, si comporta come un turista, chiedendo carne fresca per cena. In aula, invece, ride e scherza insieme ai complici mentre vengono mostrate le immagini efferate che lo inchiodano. Il video più raccapricciante è quello che vede protagonista una povera bambina di 5 anni, Barbie. Il titolo, macabro, è Daisy's Destruction: la vittima viene torturata in ogni modo possibile, sevizie indicibili che si concludono con la morte della bambina, tutto davanti alle telecamere e grazie alla "assistenza" di due complici, le giovanissime Liezyl Magallo Carmen Ann Alvarez. Altre due vittime designate, le cugine Queenie (9 anni) e Daisy (12) sono invece riuscite a fuggire: dalla loro denuncia è partita l'inchiesta che ha incastrato Scully.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    24 Settembre 2016 - 18:06

    Il video che ha girato questo bastardo figlio di puttana si trova ancora sul dark web.Si dice che ne esista un altro in cui il protagonista è un bambino di appena 18 mesi.Il bello è che questi due lerci video si trovano ancora sul Dark Web.Che Dio lo stramaledica da vivo e da morto.Possa soffrire lui stesso le pene dell'inferno amplificate di 1000 volte.

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    24 Settembre 2016 - 18:06

    neonate!!! ma nessuno lo ha fatto fuori questo mostro, facendogli provare ciò che hanno subito quei poveri bambini e neonati? Giusto per fargli capire chi è.

    Report

    Rispondi

  • wall

    24 Settembre 2016 - 17:05

    ..ma attacato al collo con una catena che fissata su un cubo di cemento armato di 6metri per lato posizionato in una radura alle intemperie e al gelo ecc..ecc si dovrà sotterrare da solo. Non al caldo e colazione pranzo e cena a vita!!

    Report

    Rispondi

  • mariocalcagni

    24 Settembre 2016 - 15:03

    Bisogna EVIRARLO con un COLTELLO SEGHETTO , CAUTERIZZATO CON UNA LAMA ROVENTE . INFINE messo in Prigione in mezzo ai Delinquenti Normali" . Ci penserebbeRo loro a fargli il Cu.lo tutti i giorni !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog