Cerca

Orrore

Nella casa di Ashley, l'americana strangolata a Firenze: le foto del monolocale della morte

Come in una tragica sequenza ecco le foto del "nido" di Ashley Olsen, l'americana strangolata la mattina di un venerdì di gennaio a Firenze. Le indagini che vanno avanti serrate, includono in questo macabro quadro un possibile strangolatore, Cheik Diaw, il senegalese di 27 anni accusato di omicidio, che dal carcere però ripete: "Ero lì, ma non l'ho uccisa. Cercate il vero assassino". E poi, il monolocale di Ashley, in cui traspare confusione, e soprattutto morte. Le foto, rese disponibili da un quotidiano nazionale, raccontano l'orrore di quel venerdì, in cui Ashley ha cessato di vivere. Poi le due immagini: la prima è quella impressa negli occhi di chi per primo è entrato nella casa. Il fidanzato di Ashley, la proprietaria di casa e il suo compagno, che trovano il corpo senza vita della ragazza, sopra il soppalco, in mezzo a vestiti imbrattati di tracce organiche. La seconda immagine è quella agli atti che pone la donna sul divano, adagiata dal ragazzo nel tentativo disperato di rianimarla. Ma la verità di Ashley è ancora sconosciuta; nuove analisi possono arrivare dalle analisi dei capelli trovati in una mano di Ashley: il Dna è di un uomo o di una donna? 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • soter66

    29 Gennaio 2016 - 16:04

    Piu che una casa ,un tugurio.

    Report

    Rispondi

blog