Cerca

G8 di Genova

Sparò a Carlo Giuliani nel 2001, il poliziotto Placanica minaccia il suicidio su Facebook: lo sfogo straziante

Mario Placanica, il carabiniere ausiliario che durante il G8 di Genova, nel 2001, sparò a Carlo Giuliani, uccidendolo, minaccia il suicidio sulla sua pagina Facebook. L'ex membro Arma, in congedo dal 2005 e attualmente disoccupato, ha più volte manifestato l'intenzione di farla finita e ha raccontato la sua vita tormentata dopo i fatti del 2001.

"Non riesco più ad avere un finanziamento "oggi l'ennesima porta chiusa sto pensando al suicidio ciao per quelli che mi hanno sostenuto non ne posso più......addio", ha scritto. "Ho sempre voluto bene all'arma, oggi pomeriggio diventerò pure io un angelo dei carabinieri questo forse non piacerà agli amici ma non ho alternative".

Scrive ancora Placanica, senza punteggiatura: "Gli zingari mi hanno fatto perdere due macchine una Tiguan ed una Chevrolet la Tiguan mi hanno raggirato gli zingari del quartiere Pistoia di Catanzaro (drogandomi e dicendomi che mi avrebbero dato i soldi o un altra macchina ) ed in quel periodo ero indagato e non si è degnata la Procura di Catanzaro farmela riavere, la Chevrolet mi hanno messo sotto pressione gli zingari dell'Aranceto quartiere di Catanzaro assieme ad uno noto alle forze dell'ordine Maurizio Masciari perche avevo un debito di droga di 900euro e minacciato da lui più volte l'ho dovuta vendere ma gli do i soldi, HO PERSO IL LAVORO NEL 2014 PER COLPA DELLA COCAINA E DEGLI ATTEGGIAMENTI DEI COLLEGHI, MI SONO DISINTOSSICATO ho riavuto la patente ed ora mi ritrovo senza macchina. Nessuno mi fa un prestito, che devo fare come faccio a prendere mio figlio a scuola, non possiamo manco andare al parco giochi ma lo faccio divertire e questa me la chiamate vita?".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • binariciuto

    30 Marzo 2016 - 12:12

    Tutto nella norma: in questo staterello si tutelano i delinquenti abituali specie se spurgati dai centri asociali, ma chi serve il suddetto staterello viene trattato a pesci in faccia.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    29 Marzo 2016 - 22:10

    Speriamo che qualche deficiente non lo dichiari pericoloso per se stesso e lo mandi in TSO,impedendogli anche di vedere il figlio.Sarebbe l'ultima cosa che gli capiterà su questa terra.E così dopo avere servito questa italia di merda verrà distrutto completamente.I delinquenti tutelati.I servitori dello stato perseguitati.Occorre un RESET totale.

    Report

    Rispondi

  • lucaschiavoni

    29 Marzo 2016 - 21:09

    ma non era indagato per sevizie su una minorenne ? come è finito quel processo?

    Report

    Rispondi

  • Chry

    29 Marzo 2016 - 21:09

    Se non ti drogavi era meglio, comunque chiedi a Silvio, ha tolto delle ragazze dalla strada con milioni di euro, aiuterà anche te

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog