Cerca

Il rito straziante

Strage di italiani a Dacca, le salme tornano a casa. La polizia del Bangladesh: ucciso un ostaggio per errore

È atterrato all'aeroporto di Ciampino il Boing 767 con a bordo le salme delle nove vittime italiane uccise in Bangladesh venerdì sera a seguito di un attacco terroristico a Dacca. Si tratta di Adele Puglisi, Marco TondatClaudia Maria D'Antona, Nadia Benedetti, Vincenzo D'Allestro, Maria Rivoli, Cristian Rossi, Claudio Cappelli e Simona Monti. In pista ad attenderle il capo dello Stato, Sergio Mattarella, e il cappellano militare. Dopo la benedizione dei feretri Mattarella ha reso omaggio alle salme una ad una. Il presidente per essere presente oggi ha deciso di interrompere anticipatamente il suo viaggio in America latina.

Arrestati i parenti del jihadista - Nel frattempo la polizia di Dacca ha arrestato il padre  e il fratello di Shafiqul Islam Uzzal, uno dei membri del commando responsabile della strage di venerdì all'Holey Artisan Bakery. Gli agenti hanno prelevato dalla loro casa nel villaggio di Kaiyagari il padre di Uzzal, il 55enne Badiuzzaman, agricoltore, e suo fratello Asadul Islam, 32 anni, lavoratore nell'industria tessile. I due sono stati trasferiti a Dacca. Lo riporta il sito del quotidiano locale Daily Star. Un funzionario della polizia di Dacca ha poi confermato che le forze di sicurezza del Bangladesh potrebbero aver ucciso un ostaggio per errore durante il blitz nel ristorante, scambiandolo per uno degli assalitori. Il pizzaiolo dell'Holey Artisan Bakery Saiful Islam Chowkidar è uno dei sei uomini uccisi quando le forze di sicurezza hanno fatto irruzione nel locale dopo 12 ore di assedio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Ben Frank

    Ben Frank

    06 Luglio 2016 - 10:10

    Perché non c'era anche il buffone di Rignano a ricevere le salme? Sai le risate dei parenti al suo discorso infarcito di supercazzole tipo: con la hultura dell'ahhoglienza l'Italia guida la guerra all'estremismo... queste morti porteranno una crescita pil dello zero-virgola-zerovirgola, più migranti ahhogliamo e meno rehlute lasciamo all'isis, gli è meglio un morto in hasa che Salvini alle porte!

    Report

    Rispondi

  • lucyrrus

    06 Luglio 2016 - 07:07

    Italiani, non preoccupatevi se vi ammazzano, tanto ci saranno sempre i capi politici che solleveranno "ondate di sdegno ", il Papa benedirà i morti dopo aver detto che chi vi ha ammazzato è un "dono" e dirà agli assassini di pentirsi se no andranno all'inferno.

    Report

    Rispondi

blog