Cerca

I danni

Genova, trombe d'aria e allerta meteo

Italia letteralmente spaccata in due. Una tromba d’aria si è abbattuta nel primo pomeriggio di oggi, venerdì, su Genova attraversandola da Voltri sino a Nervi, lungo la linea costiera, e raggiungendo poi Recco. Molti i danni provocati dalla pioggia e dal vento forte che ha raggiunto i 120 km/h spezzando rami di alberi e spostando autovetture. Allagati anche alcuni sottopassi. Decine di telefonate dei cittadini ai vigili del fuoco e ai vigili urbani. Un volo in arrivo da Tirana all'aereporto Cristoforo Colombo è stato dirottato su un altro scalo. Una persona è rimasta ferita per il crollo del tetto di una casa in una frazione di Recco. Il Comune ha deciso la chiusura di tutte le scuole per la giornata del 15 ottobre. 

Disagi  anche in Toscana e per questo è stata estesa a tutta la regione fino alle ore 8 di sabato 15 ottobre, il codice arancione annunciato ieri per forti temporali, rischio idrogeologico ed idraulico. Pioggia e neve sul Piemonte, dove prosegue l'allerta gialla per il maltempo causato dalla perturbazione di origine atlantica che sta transitando sulle regioni settentrionali dell'Italia. Rischio frane e allagamenti su Verbano e Appennini. A Roma un albero si è abbattuto su uno scuolabus ferendo tre persone fra cui una bimba.

Clima opposto al Sud, con sole e caldo: se non fosse per il calendario a Palermo sembrerebbe ancora estate. Le temperature da ieri hanno toccato anche 34 gradi. E le spiagge, soprattutto quella di Mondello, sono state prese d'assalto.

Le previsioni per i prossimi giorni prevedono uno spostamento verso il Sud della perturbazione che sta interessando le regioni centro-settentrionali. Anche la prossima settimana sarà all'insegna dell'instabilità, con piogge sparse sull'intera Penisola. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • binariciuto

    16 Ottobre 2016 - 12:12

    In realtà a Genova città non è successo nulla, ma il disastro è accaduto nel Levante con la coda del tifone che è arrivata fino a Lavagna. INcidentalmente non era una banale tromba d'aria ma un qualcosa di ben più vasto ed intenso visto che il picco è stato di 176 km/hr. La LIguria non è soltanto Genova, ma tutto il resto che la circonda....

    Report

    Rispondi

blog