Cerca

Solo in Italia

Pietro Maso minacciò le sorelle di morte ma "era turbato" dal carcere: assolto

1

Assoluzione per Pietro Maso dalle accuse di minaccia aggravata nei confronti delle sorelle. L'uomo che nel 1991 uccise entrambi i genitori a Montecchia di Crosara (Verona) si era confidato al telefono con la ex fidanzata e con un sacerdote: "Faccio quello che dovevo finire nel 1991", riferito appunto alle due sorelle. Secondo il giudice Guido Salvini del Tribunale di Milano, Maso era però in preda a un "grave turbamento" perché non aveva una vita normale dopo 22 anni di carcere. Quelle minacce erano sì "inequivocabili", ma avvenute una sola volta, dirette "a terze persone" che si sono subito rivolte alla polizia e, soprattutto, non c'era "un effettivo progetto" criminale.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • carlozani

    21 Ottobre 2017 - 10:10

    Pietro Maso é stato assolto perché abbiamo una giustizia di'm...a.'

    Report

    Rispondi

media