Cerca

Attrice

La vendetta di Micaela Ramazzotti: "Ora basta, vi dico una cosa..."

“La prima volta alla Mostra del Cinema di Venezia non mi conosceva nessuno. I miei agenti mi avevano detto: saluta e manda baci. E io sentivo i fotografi che dicevano: ma chi è questa? Frequento il cinema solo per lavoro. Frequentarlo anche fuori mi costringerebbe a una continua recita, forse. A me piace la libertà. Con le persone che fanno il mio stesso mestiere mi sentirei sempre nella condizione di dover dimostrare qualcosa”.

Micaela Ramazzotti presenta parla con Io donna del suo nuovo film, Qualcosa di nuovo di Cristina Comencini (in sala dal 13 ottobre), con Paola Cortellesi. Protagonista, una quarantenne che si comporta come una liceale. Al contrario di lei, invece: “Non rimpiango quegli anni: uscivo, scappavo, bocciata due volte, non andavo a scuola, passavo le mattinate alla Rinascente a fare cose che sarebbe stato meglio non fare.  Vivevo all’Axa, un quartiere che non conosce nessuno. Dicevo sono di Roma ma in realtà chi l’aveva mai vista, Roma. Ho visto il Pantheon per la prima volta al liceo in un giorno di sega…”. Su iodonna.it il debutto sul set, gli odiati red carpet, i ruoli diretti dal marito regista.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pippo666

    pippo666

    08 Ottobre 2016 - 10:10

    Ma Và a fare i bocchini col culo

    Report

    Rispondi

blog