Cerca

REAL WEDDING

Real Wedding - Gaia & Francesco

“impossibile non accettare immediatamente. Un matrimonio last minute non mi capitava da tempo!”. Quella che sto per raccontarvi è la storia di Gaia & Francesco

27 Settembre 2017

0

Buongiorno mie adorate lettrici, ben ritrovate con la nostra consueta rubrica pomeridiana.

Quest'oggi voglio portarvi nel magico mondo di Gaia e Francesco.

Gaia e Francesco arrivano nella mia agenzia, Matrimoni d'Autore, consigliati da una loro cara amica che, anni fa, partecipò ad un matrimonio da me organizzato sul lago di Como. Gaia e Francesco sono giovani, brillanti e nel pieno delle loro carriere, con tanta voglia di fare e scalare le vette più alte. Si amano. Lo si intuisce subito appena varcano la soglia del mio studio e me lo conferma il loro sguardo d'intesa scambiato una volta seduti al mio “tavolone degli appuntamenti”. Giusto un paio di convenevoli e puntano dritto al sodo, proprio come piace a me: “vogliamo sposarci entro tre mesi!”.

E' sabato 6 maggio, fuori diluvia e fa ancora freschino, la stagione dei matrimoni è sulla linea di partenza, ma... io ed il mio team amiamo indubbiamente le sfide. Guardo le mie ragazze con occhi brillanti e penso “impossibile non accettare immediatamente. Un matrimonio last minute non mi capitava da tempo!”. Inizio a fare domande alla coppia, mi faccio raccontare cosa sognano, cosa desiderano, come si immaginano il loro giorno e mentre i ragazzi parlano nella mia mente iniziano a disegnarsi immagini e le idee si affollano.

Le cose da fare sono molte e il tempo a nostra disposizione poco. Urge mettersi subito al lavoro con metodo e precisione, ma fortunatamente è sabato e ho davanti un fine settimana tranquillo, sola a casa, in cui potrò pensare ed arrivare a lunedì con infinita voglia d'azione.

Lunedì mattina ci mettiamo subito alla ricerca della location, la cosa che temo di più, perchè così a ridosso della data trovare un posticino ancora libero di sabato non è propriamente facile. Faccio mente locale nel mio data base costruito in tanti anni di attività ed ho una folgorazione. Lo spazio adatto a realizzare un matrimonio country chic non lontano da Milano è senza dubbio lui, Casa Villa a Cornaredo. Chiamo Andrea tutta eccitata dalla mia recente illuminazione. Andrea percepisce al volo il mio stato d'animo e si butta immediatamente sulla sua agenda. Sabato 15 luglio è opzionato, ma non confermato. “Dammi qualche ora, cara Anna, e ti richiamo!”. Ci siamo. Dai che ci siamo. Devo contagiare il mio staff con il mio buon umore. Possiamo farcela. Dobbiamo! Nel frattempo, chiamo la fiorista, ci mettiamo alla ricerca di una band che possa intrattenere i nostri ospiti, fisso un paio di prove menù con i catering in linea con il budget assegnatomi e iniziamo a fare degli schizzi per mettere nero su bianco il tutto. Voglio presentare ai ragazzi il nostro progetto nel minor tempo possibile. Casa Villa è disponibile e fissiamo immediatamente un sopralluogo con i ragazzi. I giorni volano e i pezzi del nostro puzzle perfetto prendono forma rapidamente e in men che non si dica ci ritroviamo a metà luglio.

E' una giornata calda e soleggiata. Francesco arriva in tarda mattinata in location per assicurarsi che tutto stia procedendo per il meglio e perchè si cambierà li, sul posto. Un rapido saluto ai suoi fornitori che stanno allestendo e si chiude nella depandance, teso e attorniato dai suoi amici più cari. Il sindaco di Cornaredo arriva di buon'ora e si posiziona nella zona riservata alla celebrazione del rito civile, allestita in maniera semplice e lineare con un tocco di romanticismo grazie ai cuoricini-ventaglio che abbiamo deciso di posizionare a terra per creare il loro corridoio d'ingresso e per dare sollievo agli ospiti una volta arrivati gli sposi. La cerimonia è molto sentita, l'emozione è tangibile grazie anche ai numerosi interventi da parte di amici e famigliari che dedicano ai ragazzi parole di buon auspicio e amore. Dichiarati marito e moglie tra lacrime di felicità ed applausi di gioia la festa può avere inizio. Ci spostiamo così sotto il fienile con i suoi bellissimi mattoni a vista in cui Bacco e Arianna, rinomato catering del milanese, ha allestito il ricco aperitivo. La filosofia alla base di Bacco e Arianna c'è l'attenzione alla qualità delle materie prime per offrire piatti gustosi, frutto di sfiziosi abbinamenti. Mentre gli ospiti degustano i numerosi e creativi finger food i “Wolfabilly & The Silvery Moon” aprono le danze grazie alla voce di Henry, alle sonorità western ed al ritmo incalzante Hillbilly che si miscela con il Rock 'n roll. Inutile dire che il successo è immediato ed amici e parenti si buttano in pista con il piattino ancora in mano. Una volta tramontato il sole siamo pronti a servire la cena. Antipasto, primo e secondo aspettano i nostri amici. Le due splendide tavolate imperiali, allestite con preziosi dettagli e immensa, dopo un attento studio da parte mia e delle mie ragazze di Matrimoni d'Autore, lascia a bocca aperta tutti i presenti. Eccoci arrivati al momento più atteso, quello della torta, una regale wedding cake a tre piani, fa il suo ingresso trionfale, da li a breve, sulle note di Sugar Sugar de i The Archies. Ed ecco che, quasi all'improvviso, dalla pista la musica si alza, le ragazze abbandonano i tacchi alti e la festa prende vita sino alle prime luci dell'alba.

Grazie a Foto Senza Posa per aver documentato, con un prezioso reportage, tutti i momenti più importanti e dolci che resteranno nel cuore di tutti i presenti. Noi di Matrimoni d'Autore vogliamo augurare a Gaia e Francesco il meglio.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media