Cerca

Lettere al Direttore

I vincoli europei

Qualcuno forse riesce ad associare ai vocaboli "limite" e"vincolo" lo sviluppo, la crescita, la libertà, la sovranità, la creatività? Certamente no! Allora chi con enfasi esclama "rispetteremo i vincoli e i limiti europei" si rende conto di quello che afferma? Si può chiamare ancora Stato sovrano un'Italia costretta ad implorare un permesso al fine di utilizzare quel minimo margine dello 0,4%, che la separa dal sacro 3%, corrispondente a circa 600 milioni di euro, a fronte di un bilancio di 800 miliardi, pagati interamente dai cittadini? Qualche anno fa, quando l'Italia stava per superare una nazione europea concorrente nell'ambito dell’industria manifatturiera, sono stati concepiti vincoli e gabbie su misura per arrestare la sua corsa. E’ c'è chi ancora ritiene che tali vincoli vanno rispettati per il bene dei nostri figli!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog