Cerca

Lettere al Direttore

Tosi il sindaco orbo e sordo

Caro Direttore, stamane ho ascoltato in parte la sua telefonata a Tosi. Ciò che non capisco è come mai, anziche chiedere al sindaco di Verona come non si sia accorto di quello che combinava il suo vice, Lei gli abbia dato l'opportunità di mettersi in vetrina ancora una volta e cercare di accreditarsi attraverso l'eco ed il successo del plebiscito veneto agli occhi della gente che magari a sentito poco o nulla sull'inchiesta in corso a carico del vice sindaco e della di Lui signora. A Verona tutti si chiedono come poteva non sapere - frase storica - mi pare, ed il Vostro giornale in passato è sempre stato in prima fila se non sovente il primo a denunciare i fatti di cui sto parlando. Cordialmente un assiduo ed affezionato lettore CN

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog