Cerca

Lettere al Direttore

lettera al Ministro Alfano per i Marò

Vi comunico che ho inviato questa lettera al sito del Ministro Alfano: La stampa e la televisione stanno tenendo il massimo silenzio sui nostri Marò, e mi chiedo se è un bene o un male. Non lo capisco, quello che capisco, invece, è che se l'Europa, l'ONU, la Nato, nonostante le richieste varie e ufficiali che abbiamo fatto non sono ancora intervenuti con fermezza e con urgenza presso l'India, c'è qualcosa che non va. Forse è meglio che, come sento oramai dire in giro da molta gente, pensiamo seriamente a un blitz del S.Marco, affinché se li vadano a prendere; sono due militari, sono prigionieri senza motivo da più di due anni, l'India ha commesso un reato nei nostri confronti molto grave, un vero e proprio atto di guerra, quindi abbiamo tutto il diritto di compiere un'azione di forza nei loro confronti. Un'altra cosa non riesco a capire: tutte le prove indicano chiaramente che inostri Marò non sono colpevoli, ne citerò solo alcune: - il fatto che i vetri del peschereccio erano intatti, mentre se fossero stati i nostri ragazzi a sparare dall'angolazione in cui si trovavano, avrebbero dovuto andare in frantumi. - i proiettili non provenivano dai loro fucili, questo è stato accertato anche dalla scientifica indiana - i proiettili che hanno ucciso i due pescatori non sono in dotazione a nessun Paese della Nato, quindi nemmno dell'Italia. - la stessa Guardia Costiera indiana ritiene impossibile che siano stati i nostri Marò a uccidere. - sembra che altri incidenti del genere siano successi in quel tratto di mare a opera dei Tamil che provengono dallo Sri Lanka, per questione di pesca (pensiamo ai problemi che abbiamo avuto noi fra i pescatori siciliani e i tunisini) e che quindi è probabile che sia stato qualcuno di loro a sparare.... E allora perché questo accanimento contro di noi? Cosa significa? Perché decidere di fare dei nostri Marò il capro espiatorio? Penso che bisognerebbe chiedere ufficialmente al Governo indiano di rispondere a questa domanda. E comunque dobbiamo pretendere che i due militari ci vengano restituiti immediatamente, perché se in due anni gli Indiani, nonostante tutto il loro accanimento non sono riusciti a mettere insieme delle prove reali che giustifichino la detenzione dei nostri ragazzi, non possiamo più permettere loro di tenerseli; per quanto? Anni ancora? Visto che il Signor Alfano si è dato molto da fare per risolvere la situazione, credo che debba fare qualche passo più deciso per riportarceli a casa. Cordiali saluti Simonetta Scotto

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog